Terza media, esame anche di Coding? Competenze, studenti dovranno dimostrare corretto uso tecnologie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In via di pubblicazione il decreto che rivede gli esami al termine del primo ciclo di istruzione. Presenti anche le nuove tecnologie.

Dubbi sulla presenza della dimostrazione da parte degli studenti di possedere competenze e conoscenze sui linguaggi informatici, il cosiddetto Coding.

Il problema riguarda l’assenza di tali insegnamenti nelle indicazioni nazionali. La proposta del CSPI è che le scuole che hanno attuato corsi in tale direzione possano gestire autonomamente le prove d’esame chiedendo ai loro studenti di dimostrare le loro competenze.

Potrebbe non essere l’unica novità in campo “nuove tecnologie” per quanto riugarda l’esame di terza media.

Infatti, tra le competenze che gli studenti dovranno dimostrare di avere al termine del percorso del primo ciclo di istruzione c’è quello del corretto uso delle tecnologie.

Si tratta della competenza n. 4 che è stata anche oggetto di richiesta di revisione da parte del CSPI, il quale ha invitato il Ministero a sottolineare nella formulazione del testo l’imptanza della tecnolgoia non soltanto per ricercare Informazioni o per comunicare , ma anche a supporto della creatività e della risoluzione di problemi.

Una competenza che, quindi, entra prepotentemente nelle scuole italiane, d’altronde è noto lo sforzo di questi anni nel divulgare l’uso delle tecnologie nella didattica anche attraverso il Piano Nazionale Scuola Digitale.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione