Terza media: alunni bocciati all’esame sono lo 0,5. In testa la Sicilia

Stampa

Esami di Stato di terza media: bocciato 0,5% studenti, dati Miur su rilevazioni dell’anno scolastico 2018/19.  Si registra un leggero aumento di studenti non licenziati rispetto allo scorso anno scolastico 2017/18.

Esami di Stato terza media, totale nazionale

I dati diffusi sono relativi al 97,5% degli alunni del 3° anno e si riferiscono agli anni scolastici 2017/18 e 2018/19. Per l’a.s. appena concluso restano, al momento, non disponibili i dati delle province autonome di Trento e Bolzano e della Valle d’Aosta.

Aumenta il numero degli ammessi all’Esame conclusivo del primo ciclo, ma cresce anche quello dei non licenziati rispetto allo scorso anno. In totale, nell’anno scolastico 2018/19, è stato ammesso all’Esame di terza media il 98,4% degli studenti, contro il 98% del 2017/18. Il 99,5% degli studenti ottiene la licenza media nell’a.s. 2018/19, lo scorso anno il 99,8% superò l’Esame. Lo 0,5% degli alunni quest’anno non è stato licenziato, un dato dunque in crescita rispetto allo scorso anno, quando risultò bocciato lo 0.2% degli alunni.

Alunni ammessi per regione

Nell’a.s. 2018/19 la regione con il numero più alto di ammessi all’Esame di terza media è la Basilicata, con il 99,1%, segue la Puglia con il 98,8%. Il 98,7% di alunni è stato ammesso in Emilia Romagna, Marche, Lazio, Molise. I dati più bassi di studenti ammessi all’Esame riguardano la Sardegna (97,3%) e la Sicilia (97,4%).

Nel 2017/18 fu sempre la Basilicata la regione con il numero più alto di ammessi (99,1%). In questa regione i dati tra i due anni sono rimasti di fatto invariati per ciò che concerne gli ammessi, i licenziati e i bocciati. Il 98,9% di alunni è stato ammesso agli Esami in Abruzzo, segue il Molise (98,7%), Veneto, Lazio e Calabria (98,6%). Le regioni con la percentuale più bassa di alunni ammessi sono la Sardegna (97,3%: il dato coincide con quello dell’a.s. 2018/19) e la Valle d’Aosta (97,4%).

Non licenziati

Il dato più alto di non licenziati in questo anno scolastico arriva dalla Sicilia (0,3%).

Nel 2018/19 non supera l’Esame conclusivo del primo ciclo lo 0,2% di studenti in Liguria, Marche, Calabria, Campania, Sardegna, Puglia. Lo 0,1% di non licenziati per questo anno scolastico si è registrato invece in Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata.

Per ciò che riguarda il 2017/18, emerge il dato proveniente dal Trentino, dove non fu bocciato nemmeno un alunno. Nello stesso anno scolastico risultò non licenziato lo 0,1% in Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Puglia e Basilicata. In Piemonte, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Calabria lo 0,2% non ottenne la licenza media. Lo 0,3% di studenti fu bocciato in Sardegna, mentre lo 0,4% in Valle d’Aosta, Liguria e Sicilia.

Licenziati

Nel 2018/19, supera l’Esame della Secondaria di I grado il 99,9% di alunni in Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata. Nello stesso anno scolastico, il 99,8% di licenziati si registra nelle regioni Liguria, Marche, Campania, Puglia, Calabria e Sardegna. In Sicilia viene promosso il 99,7% degli studenti.

Nell’a.s. 2017/18 licenziato il 100% di alunni in Trentino; il 99,9% in Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Puglia e Basilicata; Il 99,8% in Piemonte, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Calabria, il 99,7% in Sardegna; il 99,6% in Valle d’Aosta, Liguria e Sicilia.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì