I terreni confiscati alla mafia nel Lazio saranno affidati agli studenti degli istituti agrari

WhatsApp
Telegram

Dalla Regione Lazio un progetto per destinare agli studenti degli Istituti agrari i terreni confiscati alla criminalità organizzata.

Le scuole riceveranno in concessione dei terreni a uso agricolo da utilizzare per l’attività didattica e la Regione contribuirà con un investimento di 200 mila euro per realizzare laboratori didattici dedicati ai ragazzi.

La Regione ha stipulato tre convenzioni, rispettivamente con i comuni di Latina, Priverno e Spigno Saturnia e con i rispettivi Istituti tecnici agrari cittadini Un altro importantissimo punto a favore della legalità per rendere i ragazzi protagonisti di un percorso di rinascita a difesa della legalità e contro la criminalità.

Nasce l’olio “Sòlea”, prodotto dagli istituti agrari che coltiveranno le terre confiscate alle mafie con il progetto della Regione Lazio Contro la mafia con la scuola e il lavoro.

“Da anni c’erano terre confiscate alla mafia, ma abbandonate, per la prima volta in Italia in una convenzione con i comuni, qui in provincia di Latina, le abbiamo date in affidamento agli istituti agrari e quindi i ragazzi e le ragazze che studiano per diventare agricoltori lo faranno sui territori confiscati alle mafie. È un bellissimo segnale, ma soprattutto una bellissima opportunità” – così il presidente, Nicola Zingaretti

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur