Terremoto Campi Flegrei, “in caso di scossa siamo soli, non tutte le scuole hanno aree di raccolta sicure”. L’allarme lanciato dai presidi napoletani

WhatsApp
Telegram

In un momento di crescente allarme sismico nella zona dei Campi Flegrei, 35 dirigenti scolastici delle aree a rischio di Napoli, tra cui Fuorigrotta, Bagnoli, Pianura, e Soccavo, hanno unito le forze esprimendo la loro preoccupazione e richiedendo una comunicazione diretta con la Protezione Civile.

La richiesta è stata formalizzata attraverso una lettera aperta rivolta al Prefetto, dopo che il Comune non ha fornito risposte soddisfacenti alle loro precedenti richieste di coordinamento.

Sebbene ogni scuola abbia piani di evacuazione e conduca regolari esercitazioni, i dirigenti scolastici sottolineano l’importanza di poter prendere decisioni rapide e informate in caso di scosse durante l’orario delle lezioni. Per fare ciò, è fondamentale avere un canale di comunicazione diretto con le autorità scientifiche e amministrative, che possano fornire direttive chiare in situazioni di emergenza.

La lettera sottolinea l’assenza di un coordinamento con la protezione civile e la necessità di un canale di comunicazione dedicato. I dirigenti chiedono un incontro con tutti i responsabili dei servizi di protezione e prevenzione degli istituti, insieme ai referenti dei Sat e ad altre figure di sistema, per discutere e definire un protocollo di intervento comune in caso di emergenze.

Uno degli aspetti cruciali evidenziati è la necessità di un canale diretto con la Protezione Civile, simile a quanto già esiste in altri comuni. Questo permetterebbe ai dirigenti di ottenere informazioni immediate in caso di scosse, evitando la ricerca di notizie online, e di sapere se è sicuro accogliere gli studenti il giorno successivo.

Infine, viene messa in luce la mancanza di aree adeguate per la raccolta degli studenti in caso di evacuazione. Non tutti gli istituti hanno spazi interni adatti, costringendo in alcuni casi a radunare gli studenti nelle strade adiacenti, una soluzione che potrebbe non essere sicura in caso di emergenza.

I dirigenti scolastici chiedono supporto per determinare le azioni più adeguate da intraprendere in tali circostanze, sottolineando la necessità di un supporto istituzionale più forte per garantire la sicurezza degli studenti e del personale scolastico.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo