Terremoto. Amatrice: da ANP e Unitalsi raccolta fondi per Istituto Omnicomprensivo

WhatsApp
Telegram

L'Associazione Nazionale Presidi – Lazio (ANP) e il Progetto Bambini dell'U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) lanciano l'iniziativa " Scuola solidale " grazie alla quale verranno raccolti fondi a favore dell'Istituto omnicomprensivo di AMATRICE che è andato completamente distrutto a causa del sisma.

L'Associazione Nazionale Presidi – Lazio (ANP) e il Progetto Bambini dell'U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) lanciano l'iniziativa " Scuola solidale " grazie alla quale verranno raccolti fondi a favore dell'Istituto omnicomprensivo di AMATRICE che è andato completamente distrutto a causa del sisma.

Alla vigilia dell'inizio del nuovo anno scolastico l'ANP Lazio e il Progetto bambini dell'UNITALSI  hanno deciso di avviare la raccolta di fondi attraverso il conto corrente bancario Progetto Bambini – Monte dei Paschi di Siena, ABI 01030 CAB 03298 numero conto 000001152663 IBAN IT08F0103003298 000001152663 oppure al conto corrente postale 48019863 intestato a Unitalsi Progetto Bambini, via della Pigna,13/a. Occorrerà scrivere nella causale " Scuola solidale per Amatrice ". L'iniziativa è sostenuta dalla redazione giovani della rivista on-line etutorweb.it e romasociale.org .

Questo è il primo di una serie di progetti che verranno avviati per garantire agli alunni del comprensorio di Amatrice di potere iniziare l'anno scolastico. A tale scopo anche con le ACLI di Roma verrà avviata nelle prossime settimane una raccolta di libri e computer da donare agli alunni di Amatrice e delle frazioni.

"Abbiamo pensato di dare il nostro contributo – spiegano congiuntamente Emanuele Trancalini e Mario  Rusconi, rispettivamente presidente ANP Lazio e responsabile nazionale progetto bambini dell'UNITALSI – a sostegno delle popolazioni colpite  dal terremoto ripartendo dalla scuola e dai tanti alunni di Amatrice che non hanno più una struttura dove potere frequentare".

"Grazie alle nostre reti sul territorio della regione – aggiungono Trancalini e Rusconi – stiamo coinvolgendo i presidi di tutte le scuole, ma anche le famiglie e gli alunni del Lazio per dare  un segno concreto di vicinanza con chi ha perso tutto".

"Questo è la prima di una serie di iniziative – concludono Trancalini e Rusconi – che metteremo in campo a favore delle scuole e degli alunni di Amatrice. Nelle prossimo settimane grazie anche alle ACLI di Roma e alla disponibilità della presidente Borzì, avvieremo anche una raccolta straordinaria di libri, materiale di cancelleria e computer che doneremo alle scuole colpite dal sisma".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur