Terminato lo sciopero in Spagna contro i tagli alla scuola: studenti e genitori insieme in piazza

WhatsApp
Telegram

Giulia Boffa – Si è appena concluso in Spagna lo sciopero di tre giorni contro i tagli alla pubblica istruzione, convocato il 16 ottobre dal Sindacato degli studenti, al quale si sono uniti gli universitari, gli alunni della primaria e i genitori della Confederazione dei padri e delle madri degli alunni nella scuola pubblica (Ceapa). 

Giulia Boffa – Si è appena concluso in Spagna lo sciopero di tre giorni contro i tagli alla pubblica istruzione, convocato il 16 ottobre dal Sindacato degli studenti, al quale si sono uniti gli universitari, gli alunni della primaria e i genitori della Confederazione dei padri e delle madri degli alunni nella scuola pubblica (Ceapa). 

Nel primo giorno si sono svolte assemblee informative nei licei sui motivi della mobilitazione, contro i tagli al settore effettuati dal 2010, stimati in 5 miliardi di euro, sulla riduzione del personale docente, sulla mancata assunzione di migliaia di docenti, che ha comportato la perdita di programmi di sostegno per gli studenti, sulla riduzione delle borse di studio e degli aiuti per i libri di testo e per le mense scolastiche, oltre a un aumento delle immatricolazioni universitarie in quasi tutte le regioni.
 
I genitori in un comunicato hanno lanciato "un appello speciale alle famiglie ad attuare uno sciopero il 18 ottobre", e a "non portare i figli all’asilo e alla scuola primaria, per difendere i loro diritti".
 
Non sono però mancati tafferugli: a Valencia circa 30 persone, alcune incappucciate, hanno bruciato contenitori della spazzatura a nord della città ed hanno bloccato la circolazione dei tram che collegano il centro con i campus delle universita’ di Valencia, di Tarongers e del Politecnico, informa l’edizione online de El Mundo.
 
La Confederazione spagnola di associazioni di genitori degli alunni (Ceapa), Jose’ Luis Pazos, stima che allo sciopero a Madrid hanno partecipato fra il 70 e l’80% degli alunni.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco