In tenda davanti al Miur, la prima notte anti-concorso dei precari

Di
WhatsApp
Telegram

Agenzia stampa Dire – Uno striscione sopra recita: "Monti come Tremonti, e la scuola paga i conti". Prima notte di protesta a Roma, accampati con le tende nei giardinetti davanti al ministero dell’Istruzione, in viale Trastevere, per gli insegnanti precari che manifestano contro il concorso annunciato dal ministro Francesco Profumo.

Agenzia stampa Dire – Uno striscione sopra recita: "Monti come Tremonti, e la scuola paga i conti". Prima notte di protesta a Roma, accampati con le tende nei giardinetti davanti al ministero dell’Istruzione, in viale Trastevere, per gli insegnanti precari che manifestano contro il concorso annunciato dal ministro Francesco Profumo.

 Nemmeno la pioggia li ha fatti desistere dalle loro intenzioni. Uno striscione sopra una tenda recita: "Monti come Tremonti, e la scuola paga i conti". Ieri erano in "circa cinquecento" al sit-in, alcuni poi hanno deciso appunto di proseguire con un "presidio permanente" e di riunirsi in un’assemblea nazionale domenica a Roma alle 9.30 in Via Galilei 57.

"Se vogliamo bloccare davvero il concorso la lotta deve proseguire- dicono in una nota i Precari uniti- Per questo motivo invitiamo tutti a partecipare nei prossimi giorni al presidio di fronte al Miur e alle assemblee che li’ si terranno a partire dalle 17, per ottenere un incontro diretto con il ministro".

www.dire.it

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA