Tempo pieno in tutte le scuole, Malpezzi (PD): la fake news di Di Maio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Intervento della Sen. Malpezzi (PD) sull’estensione del tempo pieno nelle classi prime delle scuole del Sud. 

Da una prima informativa ai sindacati è emerso che, dei 2.000 posti approvati in Legge di Bilancio, alle regioni del Sud andranno 941 posti. E forse non tutti, in quanto l’assegnazione di tali posti sarà legata all’effettiva attivazione del tempo pieno nelle classi prime. In caso negativo tali posti non saranno destinati ad altre tipologie di insegnamento.

Inoltre – afferma la Malpezzi –  per avere veramente l’incremento del tempo pieno in tutte le scuole occorrerebbero 44mila docenti in più, previsione certo non realizzabile.

L’intervento della Sen. Malpezzi

“Solo qualche mese fa, Di Maio annunciava che -grazie a un emendamento approvato alla legge di bilancio- il tempo pieno sarebbe stato esteso a tutte le scuole del Paese con grande vantaggio per il mezzogiorno. I numeri, purtroppo, raccontano una realtà molto diversa che certifica come il vicepremier abbia clamorosamente mentito.

L’incremento delle lezioni pomeridiane alla scuola primaria sarà ridottissimo e il Sud resterà distante dal Nord. La verità è che per trasformare a tempo pieno tutte le quasi 87 mila classi aperte oggi soltanto al mattino occorrerebbe aggiungere mezza unità di personale a classe: parliamo di circa 44 mila docenti. Oltre venti volte più di dei duemila assunti con la legge di bilancio.

Di Maio dimostra per l’ennesima volta non solo di essere un bugiardo seriale ma di speculare senza scrupoli sulla vita di bambini, famiglie e docenti. L’annuncio del tempo pieno esteso in tutta Italia è la solita fake news del vicepremier grillino”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione