Tempo pieno, alla scuola primaria il 48%. In Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Piemonte le 40 ore sono gettonate. In Sicilia solo il 17%. Tutti i dati

WhatsApp
Telegram

Scaduti i termini per le iscrizioni a scuola 2023/2024. il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha già diffuso alcuni dati. Fra questi ci sono anche quelli relativi alla scelta del tempo pieno alla scuola primaria e secondaria di primo grado.

Prima di tutto, dai dati ministeriali, emerge che il tempo pieno a 40 ore è richiesto dal 48% delle famiglie alla scuola primaria, il 31% sceglie le 27 ore settimanali, il 16% fino a 30 ore, il 4,1% fino a 24 ore.

Per quanto riguarda invece la scuola secondaria di primo grado, il tempo prolungato fino a 40 ore è scelto solo dal 2,9% delle famiglie, l’ordinario a 30 ore è scelto dalla maggior parte, l’87% delle famiglie, il prolungato a 30 ore dal 9,3%.

Quello che emerge analizzando il tempo pieno alla scuola primaria, è il “solito” quadro di una scelta molto ampia verso le 40 ore maggiore al Centro-Nord rispetto al Sud.

Ad esempio, le 40 ore vengono scelte per il 67,5% dalle famiglie del Lazio, 63,3% dalla Toscana, 62,7% dal 62,6% in Emilia RomagnaPiemonte, 62,5% dalla Liguria.

Di contro, in Sicilia solo il 17,7% ha deciso di far frequentare il tempo pieno a 40 ore ai propri figli, con altre regioni meridionali che pur non toccando il numero siciliano si mantengono generalmente più bassi rispetto alla media. L’unica eccezione è la Basilicata che con il 57,8% è l’unica regione del Sud ad avere una percentuale piuttosto alta per quanto riguarda le 40 ore.

 

DATI PER SCUOLA

DATI PER REGIONE

Iscrizioni 2023-24, oltre il 55% sceglie un Liceo. Più domande per gli istituti tecnici (+9% rispetto all’anno scorso). Tutti i dati regione per regione

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni