Almeno otto ore a scuola per studiare bene l’ed. civica. Indagine TreeLLLe

di redazione

item-thumbnail

Da una indagine di TreeLLLe, è emerso che nei Paesi avanzati d’Europa l’attività scolastica si protrae sempre nel pomeriggio (almeno fino alle 15 e spesso alle 17); in Italia invece, la scuola, in generale, chiude alle 13.

Una indagine TreeLLLe-Makno (2016) sui giovani tra 19 e 23 anni evidenzia che tre su quattro dichiarano che «mai o quasi mai» i loro insegnanti hanno trattato temi di educazione civica (e che non hanno mai letto la Costituzione italiana).

E’ quanto scrive in un articolo del Corriere della Sera Attilio Oliva. L’autore propone di aumentare il tempo scuola, per evitare che gli studenti
si formino molto fuori dalla scuola.

Egli riassume così la proposta di TreeLLLe: obbligo dai 3 ai 14 anni a curricolo unico, con l’orario 5+mensa+3 ore. Per la scuola secondaria superiore (dai 14 ai 19 anni) TreeLLLe propone un tempo lungo opzionale, ma attrattivo grazie ad attività che includano arti, musica, sport, alternanza scuola-lavoro, volontariato sociale e attività di sostegno allo studio.

Con tale proposta si offre anche un importante servizio sociale alle famiglie e alla società.

Importante anche la qualità professionale degli educatori, che devono porre alla base della formazione il rispetto per gli altri, lo spirito collaborativo e la curiosità per continuare ad apprendere.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione