Il tempo della mannaia è iniziato

di
ipsef

SISA – L’8 agosto gli italiani sono distratti, ma il governo Letta ha bloccato la possibilità di uscita per pensionamento dalla scuola, confermando la riforma Fornero, e riducendo brutalmente ogni ipotesi di immissione in ruolo per i precari, ha confermato in modo irrevocabile “il blocco di ogni forma di adeguamento retributivo, classi, scatti di stipendio e progressioni di carriera comunque denominate”, come pure “una riduzione dell’ammontare delle risorse destinate al trattamento accessorio del personale”, ovvero tagli pesanti al fondo di istituto.

SISA – L’8 agosto gli italiani sono distratti, ma il governo Letta ha bloccato la possibilità di uscita per pensionamento dalla scuola, confermando la riforma Fornero, e riducendo brutalmente ogni ipotesi di immissione in ruolo per i precari, ha confermato in modo irrevocabile “il blocco di ogni forma di adeguamento retributivo, classi, scatti di stipendio e progressioni di carriera comunque denominate”, come pure “una riduzione dell’ammontare delle risorse destinate al trattamento accessorio del personale”, ovvero tagli pesanti al fondo di istituto.

Tutto ciò è dettato dalla necessità in autunno di rispettare il Fiscal Compact, di cui queste manovre agostane sono solo la premessa. Al tempo della mannaia occorre rispondere iniziando a costruire le mobilitazioni che porteranno, riaperte le scuole, a grandi manifestazioni nelle più grandi città.

Approvato in CdM il blocco degli stipendi

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare