Tempi bui per gli insegnanti di Diritto

di redazione

APIDGE – Tempi bui per gli insegnanti di Discipline giuridiche ed economiche, individuati nella classe di concorso A046 (ex A019).

Qualche mese fa si leggeva di una proposta del sindacato sociale notarile rivolta ai licei di diverse regioni tra cui la Sardegna, che prevedeva, da parte dei professionisti rappresentati, l’esposizione dei concetti fondamentali del diritto, le principali nozioni in materia di legalità, educazione civica, funzionamento degli organi costituzionali e della giustizia italiana.

E ancora, il Miur pubblica la nota n. 9969 del 06/09/2016, con la quale seleziona i progetti a sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” in tretta collaborazione con il Parlamento, trasmettendo i relativi bandi.

Nella nota si annuncia la proficua collaborazione tra Miur, Camera dei Deputati e Senato al fine di sostenere il suddetto insegnamento, attraverso attività pluridisciplinari e laboratoriali.

Tutte le scuole del I e del II ciclo, pertanto, possono ideare nel corrente anno scolastico, all’interno della propria progettazione per “Cittadinanza e Costituzione”, dei percorsi di studio e approfondimento avvalendosi delle risorse offerte dai progetti posti in essere in collaborazione con il Parlamento.

Infine, notizia fresca di qualche giorno fa, una convenzione viene siglata tra Commissione Tributaria Regionale del Piemonte e Ambito Territoriale di Torino il cui fine è un progetto di alfabetizzazione fiscale con l’intento di promuovere la conoscenza della fiscalità del nostro Paese ai ragazzi delle scuole medie superiori, in modo da preparare i futuri cittadini sui diritti ed obblighi in materia tributaria.

Ribadiamo che in Italia esiste una folta schiera di insegnanti abilitati all’insegnamento di queste materie, preposti all’istruzione economico – finanziaria e quindi fiscale, e alla formazione di una coscienza giuridica nei giovani.

Gli insegnanti in questione sono laureati in giurisprudenza, o in economia e commercio o in scienze politiche, anche plurilaureati, quindi hanno un’adeguata preparazione nelle materie ora tanto ricercate; non solo, hanno superato un concorso che tra le materie specifiche d’esame, ne prevedeva una in particolare che si chiama didattica.

Invia la tua risorsa o un tuo intervento su argomento didattica a: [email protected]
Versione stampabile