Tema su “amor patrio”, interrogazione di Fratoianni (LeU)

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato LeU – Nelle settimane scorse hanno avuto notevole eco mediatico le polemiche e le proteste delle famiglie innescate dalla decisione di una scuola media di Mantova di assegnare agli alunni un tema sull’amor di patria e inviarlo, peraltro senza consenso dei genitori, ad un concorso indetto dalla “Piccola Caprera di Ponti sul Mincio”, luogo caro a fascisti e neofascisti come «Museo Reggimentale Giovani Fascisti di Bir el Gobi» .

Ora il caso giunge in Parlamento, dove i deputati di Liberi e Uguali, primo firmatario Nicola Fratoianni, hanno presentato un’interrogazione al governo.

“Vogliamo sapere dal ministro Bussetti – prosegue il parlamentare di Leu – cosa intenda fare per evitare che si ripeta quanto accaduto, per evitare che le scuole del nostro Paese aderiscano a bandi e concorsi promossi da associazioni che vogliono celebrare la storia neofascista e quali provvedimenti abbia assunto l’Ufficio Scolastico della Lombardia nei confronti dei docenti responsabili di quanto avvenuto a Mantova.

“A 80 anni esatti dalle infami leggi razziali non è ammissibile – conclude Fratoianni – che a degli studenti del nostro Paese le Istituzioni scolastiche offrano occasioni di tal genere in totale disprezzo dei valori antifascisti della Costituzione italiana.”

L’interrogazione

Versione stampabile
anief
soloformazione