Telecamere contro i maltrattamenti, possibili fondi anche a paritarie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Per installare le telecamere nelle classi per contrastare gli abusi sui bambini più piccoli (nido e infanzia), anche le scuole paritarie potranno accedere ai fondi.

E’ quanto valutato in commissione Istruzione al Senato con parere favorevole durante l’esame del testo di legge contro i maltrattamenti. Via libera anche ai requisiti attitudinali, ma non psicoattitudinali aggiuntivi all’idoneità professionale, per i maestri delle scuole dell’infanzia.

Secondo quanto scritto su Italia Oggi, le osservazioni mosse dalle senatrici Malpezzi e Iori avrebbero incassato anche il benestare da parte del Miur. Secondo la versione del quotidiano, la Commissione sarebbe orientata sull’estensione dei requisiti professionali riguardasse i docenti delle scuole statali e paritarie.

I requisiti psicoattitudinali per il personale non docente, invece, dovrebbe essere richiesto solo alle figure scolastiche che hanno contatti diretti con i bambini.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione