Tasse universitarie, Pratelli (SI): abolirle per incrementare immatricolazioni e laureati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Sinistra Italiana – Continuiamo con le metafore: Giorgia Meloni dimostra di saperne di diritti universali e università come Topo Gigio.

Abolire le tasse universitarie e potenziare il diritto allo studio significa semplicemente contrastare i numeri della vergogna del nostro Paese: 26% di laureati (tra 30 e 34 anni) rispetto al 40% in europa. -45.000 immatricolati ad oggi rispetto al 2004-2005.

Lo afferma Claudia Pratelli, responsabile scuola di Sinistra Italiana replicando alle parole della segretaria di FdI.

“ I più ricchi – prosegue l’esponente di Liberi e Uguali – devono pagare di più e lo faranno attraverso una fiscalità generale resa più progressiva.”

“ Ed è pure giusto abolire il numero chiuso, è nel nostro programma, ma Giorgia Meloni non si è accorta – conclude Pratelli – che andare l’università è un lusso per ricchi: per questo rimuovere le barriere materiali è necessario”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare