Il Tar della Campania annulla il divieto di consumare cibo da casa nelle scuole di Benevento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Tar della Campania ha sospeso il regolamento varato dal Comune di Benevento con il quale si vietava di consumare prodotti portati da casa nelle scuole di Benevento rendendo obbligatorio il ricorso alla mensa.

Contro il regolamento, approvato nel luglio scorso dalla giunta comunale, avevano fatto ricorso circa 60 genitori e in attesa dell’udienza prevista l’11 ottobre, ieri il presidente del Tribunale amministrativo regionale della Campania, ha emesso un decreto con il quale sospende la disposizione.

“In attesa del vaglio collegiale, sussistono i requisiti di estrema urgenza – si legge nel provvedimento – per la sospensione della disposizione impugnata, ove si fa divieto “tout court” di consumare cibi diversi da quelli forniti dalla ditta appaltatrice del servizio-mensa nei locali di refezione scolastica, ferma restando la possibilità in capo ai singoli dirigenti scolastici di impartire specifiche prescrizioni di salvaguardia igienica (proporzionate e non disagevoli), per l’introduzione di alimenti esterni nelle scuole di riferimento”.

Il Tar ha dunque accolto la richiesta degli avvocati dei genitori che avevano chiesto una misura cautelare monocratica, cioè senza sentire la controparte.

La misura viene concessa difficilmente e solo quando sopravviene un’estrema urgenza.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione