Il TAR del Lazio dà ragione ai candidati non abilitati: possono partecipare al concorso

Stampa

Red – La III sezione bis del Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal Codacons per conto di un gruppo di aspiranti docenti non abilitati, che avevano sostenuto e superato il test di preselezione. 

Red – La III sezione bis del Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal Codacons per conto di un gruppo di aspiranti docenti non abilitati, che avevano sostenuto e superato il test di preselezione. 

I giudici hanno scritto nella sentenza: "Considerato che le prove scritte, come dal diario pubblicato dal Miur, prenderanno avvio il giorno 11 febbraio 2013 – scrivono i giudici -; ritenuto che sussistono i presupposti ex art. 56 per l’ammissione con riserva dei ricorrenti atteso che la prima camera di consiglio utile per la discussione della domanda cautelare proposta con l’istanza è prevista per il 21 febbraio 2013, vale a dire in data posteriore a quella in cui avrà inizio la prova scritta, accoglie la domanda cautelare monocratica ai fini della ammissione con riserva dei ricorrenti".
 
Il Tar del lazio ritiene pertanto che sussistono i presupposti perché i non abilitati partecipino  alle prove scritte  anche se non convocati dal MIUR.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia