Tar dà ragione ai precari delle GaE senza supplenza per colpa delle assegnazioni provvisorie. “Emendamento Puglisi” sotto accusa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Quattro ordinanze favorevoli per 80 docetni della Calabria. Il Tar Calabria ha dato ragione in prima istanza ai docenti delle Graduatorie ad esaurimento, senza supplenza per l’a.s. 2016/17 in conseguenza delle assegnazioni provvisorie disposte grazie all’emendamento Puglisi, che ha derogato al vincolo triennale.

Il TAR ha ordinato all’Ufficio Scolastico di Cosenza di “procedere al riesame della posizione dei ricorrenti, alla luce dei motivi di ricorso” e fissato l’udienza per il merito al 12 luglio.

I docenti delle GaE lamentano la modifica alla legge 107/2015 che, con l’emendamento della Sen. Puglisi (PD) ha permesso ai docenti titolari in province lontane dalla propria residenza di rientrare. Questo ha provocato però la diminuzione dei posti per i precari delle province interessate, soprattutto delle regioni meridionali.

Al momento quindi solo una ordinanza, ma sarà interessante capire se nella sentenza di merito potrà essere riconosciuto ai precari l’anno di servizio non svolto in virtù del danno subito dalla modifica della normativa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare