Tamponi rapidi al personale e agli studenti prima del ritorno a scuola: il piano della Regione Piemonte

Stampa

La Regione Piemonte pensa ai tamponi rapidi per tutti e ai doppi turni: proposta che adesso dovrà essere valutata nei prossimi giorni.

La Regione Piemonte è già proiettata al 7 gennaio, quando riapriranno le scuole secondarie di secondo grado e svolgeranno il 75% delle lezioni in presenza. E pensa ad uno screening di massa prima della befana per gli studenti, docenti, dirigenti scolastici e personale Ata.

La Regione, come segnala la pagina torinese de La Repubblica,  ha messo sul tavolo la proposta per gestire i trasporti dal 7 gennaio: il progetto è stato presentato nella serata del 9 dicembre a tutti i prefetti del Piemonte, che come è stato deciso a livello nazionale, dovranno favorire il ritorno in aula degli studenti.

Il no dei dirigenti scolastici ai doppi turni

In verità il piano del Governo piemontese prevede i doppi turni per continuare tutti in presenza. Soluzione non contemplata finora dai dirigenti scolastici, che ritengono il doppio turno, con alcune classi che iniziano alle 8 e altre alle 10, non gestibile a parità di personale: “Abbiamo illustrato i nostri indirizzi e il piano — conferma l’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi — Non dobbiamo convincere nessuno, noi facciamo una proposta per riportare tutti a scuola, se non sarà accolto si dovrà prenderne atto”.

Tamponi rapidi per tutti

Per arrivare alla riapertura, il Governatore Cirio ha bisogno di avere un monitoraggio preciso dell’andamento del contagio nella popolazione scolastica. Ecco perché, si sta valutando lo screening di massa di docenti e allievi prima di far tornare in classe i quasi 300mila studenti piemontesi: “Stiamo valutando di fare uno screening per tutto il mondo della scuola, un tampone rapido per ritornare in aula con la certezza e capire qual è il livello di contagio”, dice Gianfranco Zulian, alla guida della macchina piemontese che gestisce l’emergenza Covid.

Ancora non vi sono date o indicazioni certe, solo la proposta da valutare nei prossimi giorni di effettuare tamponi rapidi a tutti. L’ideale sarebbe farli entro l’Epifania ma se così non fosse possibile si potrebbero pensare fra il 7 e il 10 gennaio e posticipare il rientro fra i banchi al lunedì 11 gennaio.

 

 

Stampa

Tfa sostegno VI ciclo: cosa studiare? Parliamone con gli esperti il 29 luglio