Tamponi gratuiti per ottenere la certificazione verde, lo chiede Anief con un emendamento alla Legge di Bilancio

WhatsApp
Telegram

È vessatorio e discriminante costringere i cittadini non vaccinati a fare il tampone rinofaringeo per ottenere il Green Pass obbligatorio: lo sostiene il sindacato Anief, che per cambiare questa norma illegittima ha presentato un apposito emendamento alla manovra di bilancio 2022, con cui chiede che il rilascio della certificazione verde debba “essere in ogni caso previsto in forma gratuita”.

Il giovane sindacato ha motivato la richiesta di modifica, presentata alle commissioni che stanno esaminando il testo al Senato, con il preciso scopo di “non generare alcuna discriminazione” tra la cittadinanza”. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief non vi sono dubbi: “Il rilascio della certificazione verde per chi effettua il tampone deve essere attuato in forma gratuita, perché i diritti dei cittadini non si possono piegare o mettere sotto il tappeto”.

L’EMENDAMENTO ANIEF

ART. 90
(Risorse per vaccini anti SARS-CoV-2 e per farmaci per la cura del COVID-19 e continuità operativa del sistema di allerta COVID)

Gratuità dei tamponi

Si inserisce il comma

Alla lettera c) del comma 2 dell’articolo 9 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, si aggiunge in fine “il rilascio della certificazione deve essere in ogni caso previsto in forma gratuita”.

Motivazione: allo scopo di non generare alcuna discriminazione occorre prevedere che il rilascio della certificazione verde per chi effettua il tampone sia possibile in forma gratuita.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur