Taglio assunzioni ATA su posti vacanti, spesa massima 10 milioni. Ecco i numeri

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’annuncio del Ministro Fedeli relativamente all’assunzione di 6mila ATA su posti vacanti in organico di diritto si è scontrato contro le calcolatrici della Ragioneria dello Stato.

E’ quanto risulta dalla lettura della bozza delle Legge di Bilancio in nostro possesso.

Questo quanto prevede il testo:

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca è autorizzato a coprire posti vacanti e disponibili nell’organico di diritto del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario (ATA) oltre le ordinarie facoltà assunzionali, nella misura di:
a)    2.500 posti di collaboratore scolastico e 500 di assistente amministrativo nell’anno scolastico 2018/2019;
b)    tutti i posti vacanti e disponibili a decorrere dall’anno scolastico 2019/2020.

All’onere derivante dal comma 1, lettera a), pari ad euro 23,9 milioni nel 2018 ed euro 73,73 milioni a decorrere dal 2019 e dal comma 1, lettera b), pari ad euro 21,8 milioni nel 2019 ed euro 81,7 a decorrere dal 2020, si provvede XXXXXXXXXX

Un via libera iniziale da parte del Consiglio dei Ministri che, però, sarà modificato. Infatti, sempre nel testo a nostra disposizione, è chiaramente scritto “IN ATTESA RIFORMULAZIONE RGS (ragioneria dello stato ndr.) MAX 10 mln”

Ecco tutti i posti vacanti

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione