Taglio 8mila posti ATA, diventa interrogazione parlamentare

Di
WhatsApp
Telegram

A presentarla Silvia Chimienti, del Movimento 5 Stelle. "La buona scuola – afferma la parlamentare – cela un pericoloso ricatto".

A presentarla Silvia Chimienti, del Movimento 5 Stelle. "La buona scuola – afferma la parlamentare – cela un pericoloso ricatto".

Incosa consiste questo ricatto? Presto detto, secondo la Chimienti, la riforma di Renzi baratta 150mila precari in cambio della trasformazione dei docenti in "tuttofare" pronti ad essere spostati in ogni parte d’Italia, pronti a diventare baby-sitter degli allievi, perdendo gli scatti di anzianità a favore di una non ben definita “progressione di merito”.

Inoltre, per racimolare gli euro necessari per l’assunzione, pare si vogliano tagliare ben 8mila cattedre ATA.

Su questo punto, frutto di una indiscrezione giornalistica, l’On Chimienti ha presentato una interrogazione parlamentare nella quale si chiede al Governo "se non ritenga opportuno elaborare una strategia alternativa per ottenere i risparmi da investire nell’assunzione dei 148 mila docenti nel 2015, senza modificare lo status occupazionale di 8 mila dipendenti pubblici che si vedrebbero privati del proprio lavoro"

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?