Tagli supplenze ATA. FLCGIL: sistema non reggerà

Stampa

Duro il commento della FLCGIL relativamente al taglio delle supplenze al personale ATA contenuto nella Legge di stabilità il cui iter in Parlamento è già iniziato.

Duro il commento della FLCGIL relativamente al taglio delle supplenze al personale ATA contenuto nella Legge di stabilità il cui iter in Parlamento è già iniziato.

Ricordiamo che il testo della Legge di Stabilità vieta il conferimento delle assenze ai collaboratori scolastici se non dopo 7 giorni di assenza, agli assistenti amministrativi se non in scuole con meno di 3 unità di personale. Mentre non sarà più possibile sostituire gli assistenti tecnici.

Inoltre, le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti possono essere attribuite dal dirigente scolastico anche al personale collaboratore scolastico. Le istituzioni scolastiche destineranno il Fondo per il Miglioramento dell'Offerta Formativa prioritariamente alle ore eccedenti.

Secondo il sindacato, si tratta di restrizioni su restrizioni che non reggeranno alla prova dei fatti. A tal fine ricorda il divieto
di non conferire supplenze per assenze di meno di trenta giorni per il personale Ata che si dovette superare dopo poco tempo.

A ciò si aggiunge il peggioramento dell’offerta formativa dal momento che "il MOF sarà risucchiato dalle supplenze".

"Sarà impossibile – dicono dal sindacato – programmare dacché non si potrà prevedere il fabbisogno di supplenze."

Tutto sulla legge di stabilità

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur