Tagli per 19.700 cattedre. Al sud e nelle isole i maggiori tagli. Incontro sugli organici

di redazione
ipsef

Pubblichiamo i resoconti sull’incontro tra MIUR e sindacati concernente gli organici 2011-12. La UIL chiede organici pluriennali.

Pubblichiamo i resoconti sull’incontro tra MIUR e sindacati concernente gli organici 2011-12. La UIL chiede organici pluriennali.

GILDA – Organici, prosegue l´informativa al Miur

Organici, prosegue l´informativa al Miur giovedì 3 marzo 2011

Nella giornata di ieri è proseguito, tra l´amministrazione e le organizzazioni sindacali, il confronto sulla determinazione dell´organico di diritto relativo al prossimo anno scolastico.

Sono state presentate le tabelle concernenti la ripartizione dei tagli previsti (19.700 posti) suddivisi fra le varie regioni ed i vari gradi ed ordini di scuola. Per quanto i dati forniti siano ancora provvisori, si rilevano tagli devastanti in quasi tutte le regioni ed in particolare in quelle meridionali e nelle isole che registrano un decremento degli alunni iscritti.

Nel prossimo incontro ci saranno forniti i dati definitivi ed il testo della circolare ministeriale cui sarà annesso il decreto interministeriale ancora da emanare.

La nostra organizzazione sindacale ha richiesto i dati relativi ai 27.400 pensionamenti suddivisi per tipologia di posti o classi di concorso in ciascun ambito provinciale, per poter valutare l´ entità dell´ esubero e dell´ eventuale disponibilità di posti.
Il dott. Chiappetta, nel confermare gli 8.000 esuberi a livello nazionale, ha fatto presente che circa l´85% può trovare una ricollocazione in base alle abilitazioni o ai titoli di studio posseduti e, quindi, mediante la mobilità volontaria. Solo circa 1.300 unità di personale docente in esubero si trova attualmente a disposizione, in quanto non dispongono di titoli spendibili.

La nostra delegazione ha ribadito la richiesta di conoscere la reale presenza sul territorio dei licei musicali e coreutici istituiti fino al corrente anno scolastico e per il 2011/12. Il direttore generale ha affermato che tali dati saranno forniti nel prossimo incontro direttamente dal direttore generale degli Ordinamenti, dott.ssa Carmela Palumbo.

Inoltre la FGU ha chiesto che venga precisato che:
1) i docenti specializzati della scuola primaria possano insegnare l´inglese solo nelle classi in cui impartiscono altri insegnamenti;
2) la salvaguardia della titolarità dei docenti perdenti posto mediante la costituzione di cattedre eccedenti le 18 ore deve riguardare solo l´ ultimo in graduatoria in ciascuna classe di concorso o tipologia di posto.

Il prossimo incontro è stato fissato per lunedì 7 marzo.

__

La UIL chiede una intesa per un organico stabile pluriennale e funzionale alle reali esigenze delle scuole

Il giorno 3 marzo 2011 è proseguito, tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali, il confronto sull’organico di diritto del personale docente, per l’anno scolastico 2011/12. Per la UIL scuola ha partecipato Antonello Lacchei.

L’amministrazione ha proseguito nell’illustrazione della bozza di circolare di cui abbiamo trattato nel resoconto precedente, che accompagnerà le tabelle allegate al decreto interministeriale. Nel testo è stata positivamente recepita la sollecitazione della UIL Scuola a considerare i posti di strumento musicale al pari delle altre materie.

Nel prossimo incontro, fissato per lunedì prossimo, l’amministrazione dovrebbe presentare tabelle, con l’attribuzione delle consistenze organiche ripartite a livello regionale. Come per gli anni scorsi il parametro base è rappresentato dal numero degli alunni iscritti alla scuola statale, temperato da indici orogeografici e di contesto socio economico.

Nel corso della riunione è stato fornito il dato provvisorio – ma abbastanza consolidato – del numero di pensionamenti del personale docente, che ammonta a circa 27.400 unità.

La UIL ha ribadito l’assoluta contrarietà ai tagli lineari ed ai tetti predeterminati a livello nazionale. L’organico va definito partendo dalle reali esigenze di funzionalità delle singole scuole, eliminando gli sprechi, dove ci sono, e dando risposte positive alle situazioni di criticità. La Uil Scuola ha ribadito la necessità di una intesa che, parallelamente alla definizione dell’organico 2011/12, prefiguri un organico funzionale, pluriennale e stabile e una titolarità di sede o di rete anche per gli insegnanti di sostegno della scuola secondaria di secondo grado. Pesa negativamente la contraddizione tra l’aumento complessivo degli alunni e la riduzione degli organici che comporterà l’aumento degli alunni nelle classi. Il confronto proseguirà a partire dai primi giorni della prossima settimana.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione