T.I.C. ai docenti di Trattamento Testi – informatica nei nuovi professionali. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Alessandro Martorana – Siamo sempre noi, i docenti di Trattamento Testi – Informatica appartenenti alla poco fortunata classe di concorso A-066.

Negli anni abbiamo dovuto subirne tante a causa delle riforme atte solo a tagliare il monte ore di tutte le discipline ed in particolare a porre la nostra classe di concorso in esubero ed infine ad esaurimento. I colleghi di lunga data derivano dalle classi di concorso di Stenografia e Dattilografia, discipline superate ma confluite nella materia Trattamento Testi, fiore all’occhiello degli Istituti Tecnici Commerciali e Professionali per il Commercio.

Dopo la riforma Gelmini, anche ciò è stato tolto, facendo cadere la nostra classe di concorso in un’atipicità molto grave in quanto sostituibile con altre classi di concorso (ex A042 ed altre) tutte asserenti alla nuova disciplina Informatica. Di fatto i programmi non sono variati dal “vecchio Trattamento Testi”, infatti negli Ist. Tecnici Commerciali (ora Economici) al biennio ed in tutti i Professionali con la disciplina T.I.C. anche in compresenza nei professionali per il Commercio, la nostra classe di concorso è stata mantenuta.

C’è un piccolo particolare ossia la dicitura “ad esaurimento”… I Dirigenti Scolastici, dovrebbero salvaguardare, d’intesa con l’Ufficio scolastico territoriale, e sulla base del parere del collegio dei docenti, ed attribuire la classe di concorso in coerenza con il POF, assicurando una equilibrata distribuzione dei posti alla classi di concorso al fine di venire incontro alle aspettative dei docenti inclusi nelle graduatorie ad esaurimento, evitando di assegnare tutte le ore ad una classe di concorso a discapito di altre (nota MIUR n.A00DGPER n. 3714/bis). Il condizionale è d’obbligo perchè molti D.S. non danno peso a suddetta nota.

Con stupore e sollievo abbiamo preso atto della possibilità per la nostra C.d.c. di poter partecipare al concorso abilitati, ma allo stesso tempo vediamo, come da Vs. pubblicazione (https://www.orizzontescuola.it/istituti-professionali-ipotesi-nuovi-quadri-orario-e-organici-dalla-s-2018-19/) che nell’ipotesi di quadro orario per l’Ist. Profess. per i Servizi Sociali, la disciplina TIC è esclusivamente assegnata alla classe A041. Tutto ciò è ingiusto in quanto in tutti i Professionali, sia pur mantenendo l’atipicità, suddetta disciplina può essere assegnata anche alla A066 (https://www.orizzontescuola.it/wp-content/uploads/2017/08/DM-259-17-Allegato-C-assegnazioni-insegnamenti-istituti-professionali.pdf).

Auspichiamo quindi nel buon senso dei tavoli tecnici dei vari U.S.R. affinchè anche nei Prof. Alberghieri e nei Prof. per i Serv. Sociali, la disciplina T.I.C. possa essere affidata anche all’insegnamento della classe A066, in modo da poter riassorbire i docenti ancora perdenti posto, i docenti inclusi in GAE, i docenti che andranno ad espletare le prove per il concorso 2018 abilitati e le restasti fasce d’istituto. Quando tutte le fasce rimarranno senza alcun docente e tutti saranno in ruolo, allora potremo dire di essere esauriti.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione