Svizzera: va a bere con le alunne, confermata la revoca dall’insegnamento. Il tribunale: “Non è più degno di rimanere in carica”

WhatsApp
Telegram

Inflessibile il Tribunale Federale della Svizzera che ha confermato la revoca dall’insegnamento di un professore che aveva dormito nello stesso letto di due studentesse dopo un’uscita in discoteca in cui avevano alzato troppo il gomito.

Per l’Alta Corte l’insegnante “non è più degno di rimanere in carica”.

Secondo quanto riporta TIO.ch, i fatti risalgono al 2019 durante un viaggio d’istruzione a Barcellona. L’insegnante era andato con due allieve maggiorenni in una discoteca, dove aveva ordinato una bottiglia di vodka. Una volta tornati in albergo, nelle prime ore del mattino, le due ragazze, che avevano bevuto troppo, non sono riuscite ad entrare nella loro stanza perché era chiusa a chiave. Il docente si è allora offerto di ospitarle e hanno dormito tutti nello stesso letto senza che vi siano stati senza gesti inappropriati.

Per la corte, “le mancanze constatate hanno avuto luogo in un breve lasso di tempo e sono tutte derivate da una decisione iniziale sbagliata, cioè quella di andare in discoteca con due allieve”. Anche se gli altri viaggi di studio si erano svolti senza problemi e l’insegnante non aveva precedenti disciplinari, si è macchiato comunque di gravi mancanze “sufficienti di per sé a giustificare la revoca dall’insegnamento“, scrive il Tribunale federale.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao