Svizzera. Studenti musulmani devono salutare insegnanti stringendo loro la mano. Il rifiuto equivale a 5.000 franchi di multa

Stampa

Integrazione significa anche rispettare le tradizioni culturali del Paese in si è accolti. Sembra essere questo il senso di una decisione delle autorità del Cantone Basilea Campagna.

Integrazione significa anche rispettare le tradizioni culturali del Paese in si è accolti. Sembra essere questo il senso di una decisione delle autorità del Cantone Basilea Campagna.

"Darsi la mano fa parte delle tradizioni culturali" della Svizzera, afferma a sostegno della suddetta disposizione il ministro della giustizia elvetico Simonetta Sommaruga.

Così d'ora in avanti, gli studenti musulmani del suddetto Cantone devono salutare gli insegnanti all'ingresso e all'uscita della Scuola, stringendo loro la mano e contravvenendo, conseguentemente, alla disposizione del Corano, secondo cui non ci può essere contatto fisico tra uomini e donne, salvo che siano parenti.  Se gli studenti non rispettano la nuova disposizione, i genitori andranno incontro ad una multa di circa 5000 franchi.

Il provvedimento descritto è scaturito da un episodio accaduto in una scuola della città di Therwil: due fratelli siriani di 14 e 15 anni erano stati esentati dallo stringere la mano ai professori, sia uomini che donne; la notizia ha suscitato un forte polemica in tutto il Paese e la scuola si è rivolta alle autorità nazionali, che hanno predisposto la suddetta disposizione. 
 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!