Scuola luogo sicuro, ma occorre avere comportamenti virtuosi anche fuori. L’appello alle famiglie

Stampa

Il Direttore generale dell’Usr per la Sicilia, Stefano Suraniti pubblica una nota per sensibilizzare le famiglie affinché si abbiano comportamenti corretti anche al di fuori della scuola, così da contenere la diffusione dei contagi.

“Quest’anno scolastico – scrive Suraniti -, caratterizzato dalla presenza di nuove regole per fronteggiare l’emergenza,
è anche l’occasione per rinnovare e rafforzare la collaborazione scuola-famiglia, dando una nuova anima al patto di corresponsabilità”.

Suraniti sottolinea che “la scuola è un luogo sicuro, ma occorre che i comportamenti virtuosi in tale contesto siano presenti da parte di tutti gli studenti e tutte le famiglie anche nell’extra-scuola. Si richiamano i valori di solidarietà e di rispetto e il senso di responsabilità condivisa”.

Per questo “appare opportuno sensibilizzare nuovamente le famiglie stesse, con comunicazioni specifiche, all’adozione di comportamenti virtuosi e responsabili anche nel contesto extra-scolastico, con particolare riferimento alla delicata fase di ingresso e uscita nel/dal contesto scolastico, allo scopo di evitare assembramenti. Per il raggiungimento di tali finalità può essere un valore aggiunto il coinvolgimento del Consiglio di Istituto e, di riflesso, delle famiglie nella consapevolezza che i comportamenti tenuti nel contesto extrascolastico riverberano i loro effetti sulla scuola e sul diritto all’istruzione degli alunni”.

“Il rispetto delle prescrizioni previste dai DPCM emanati dal Governo in relazione al distanziamento fisico e all’utilizzo della mascherina può consentire la prosecuzione delle attività didattiche in presenza, compatibilmente con l’evoluzione del quadro epidemiologico”, conclude.

La nota 30169.13-11-2020

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia