Supplenze, vuote 23.000 cattedre al 31 agosto in Lombardia, Veneto e Lazio. Le classi di concorso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Supplenze a.s. 2019/20: numeri importanti, come già ampiamente anticipato. Stanno per concludersi le prime operazioni relative alle immissioni in ruolo, e numerose sono le cattedre rimaste vuote. 

Lombardia

Secondo un articolo del Sole24Ore,  un numero consistente di posti vuoti è nelle scuole secondarie.

Per la secondaria di I grado ci sarebbero 2.600 posti vuoti, di cui 826 in matematica e 987 in italiano.

Alle superiori 3.655  cattedre tra cui 331 di informatica e 407 di italiano.

A farla da padrone, ancora una volta, i posti di sostegno.

Veneto

L’assessore all’Istruzione Donazzan ha comunicato che non è stato possibile coprire con cattedre a tempo indeterminato 7.821 posti, di cui 2.284 di sostegno.

Le province, in cui la mancanza di docenti è maggiore, sono:

  • Treviso – mancano 1012 insegnanti di posto comune e 282 di sostegno;
  • Venezia – mancano 1155 insegnanti di posto comune e 440 di sostegno;
  • Verona – mancano nel complesso 1404 docenti;
  • Vicenza – mancano 1508 docenti di posto comune e 547 di sostegno.

Lazio

2.000 i posti vuoti.

I problemi maggiori – si legge sul Messaggero – si riscontrano nelle materie con un minor numero di ore a settimana per classe, ad esempio le materie tecniche, e soprattutto nella scuola secondaria

Marche

A questi numeri si aggiungono poi quelle delle Marche, cioè 1.028 posti.

Non ancora pervenuti i dati di altre regioni, ma la previsione è quella di arrivare a circa 30.000 posti su 53.627 autorizzati dal MEF.

Ricordiamo quali supplenze vengono assegnate al 31 agosto e quali al 30 giugno

Supplenze: primo incarico. Iscrizione a NoiPA, contratto, quanto si guadagna [GUIDA]

Versione stampabile
anief banner
soloformazione