Supplenze, vincolo 36 mesi cade anche per le scuole comunali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“E’ un risultato molto importante per la tutela dei lavoratori delle nostre scuole comunali perchè a tutte le componenti della scuola va riconosciuto pari trattamento, rispetto e dignità”

Sono queste le parole con cui Sandra Savino (FI)  commenta l’ordine del giorno presentato al governo e approvato, riguardante la situazione del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario degli enti locali, relativamente al vincolo dei 36 mesi di servizio, dopo i quali non è più possibile accettare supplenze.

Il suddetto vincolo, con l’ordine del giorno approvato, è stato superato anche per le scuole comunali.

Ancora la Savino: “Trieste vanta una lunga e consolidata tradizione di scuole comunali. La professionalita’ e l’impegno dei loro dipendenti vanno tutelate e garantite, come per tutte le altre figure professionali del mondo dell’insegnamento, docente, tecnico, amministrativo e ausiliario. Questa e’ una battaglia per Trieste e per uno dei suoi patrimoni culturali ed educativi”.

Il Comune di Trieste, come riferisce l’Agi, gestisce 29 scuole dell’infanzia, 18 nidi d’infanzia e 13 tra ricreatori e servizi di integrazione scolastica.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione