Supplenze sostegno da GPS incrociate: docenti allo sbaraglio, senza titolo e senza competenza per le materie

Stampa

Migliaia di insegnanti di sostegno improvvisati. E’ su questo paradosso che si regge la scuola italiana, quella che di fronte all’apertura del MEF per 84.000 immissioni in ruolo riesce a farne poco più di 19mila, quella dei concorsi pensati nel 2017 e ancora non svolti, quella delle liste infinite di aspiranti supplenti, per un giorno, un mese, un  anno intero. Addirittura 77.000 hanno almeno tre anni di servizio svolti tra l’anno scolastico 2008/09 e il 2019/20. 

Ci scrive una docente

Sono laureata in Psicologia dal 1994 e svolgo attività di Psicologa dal 1996. Quest’anno sono stata inserita nelle graduatorie d’Istituto e nelle graduatorie provinciali incrociate della provincia di Milano. La mia classe di concorso è A018. Il 24 Ottobre c.a. sono stata convocata su Classe Sostegno Scuola Secondaria Superiore. Sono alla mia prima esperienza come insegnante e come insegnante di sostegno.

Ignara dell’organizzazione scuola, mi sono ritrovata, nonostante la mia classe di concorso faccia parte delle Discipline Umanistiche, di fronte alla richiesta dell’Istituto di svolgere la mia funzione di Insegnante -sostegno su MATERIE Tecniche come : Scienze della Navigazione, Meccanica, Elettrotecnica, Matematica, Logistica etc , inoltre mi è stato detto che è così per tutti gli insegnanti di sostegno.

Mi chiedo allora, alla luce di questa situazione, come può l’organizzazione scolastica (in generale) CONSENTIRE tutto ciò e richiedere di fatto ad un DOCENTE di improvvisarsi competente in una disciplina totalmente differente dalla propria? Con questo principio si potrebbe lasciare insegnare Filosofia ad un insegnante di Matematica e viceversa, o ancora Lettere a chi è laureato in Ingegneria. Dov’è finita l’importanza della competenza, della conoscenza tanto ostentata dall’Istituzione scuola? Che funzione hanno le classi di concorso?

Credo nella scuola e nell’Insegnamento che considero una funzione “ALTA”.

Mi chiedo quale conoscenza si possa trasmettere ad un alunno BES di Scuola SECONDARIA SUPERIORE (sia esso DVA o con DSA), se non si è in possesso di nessuna competenza in quella disciplina? Abbiamo dimenticato che i bravi insegnanti fanno i bravi allievi ? Che l’amore per lo studio dell’alunno si origina dall’amore e dall’interesse di chi insegna?

Cosa sono le supplenze su sostegno da graduatorie incrociate

Significa che le graduatorie dalle quali attingere per assicurare alla classe in cui vi è un alunno con disabilità un docente in possesso del titolo di specializzazione sono esaurite.

Significa che sono esaurite anche le graduatorie formate da docenti che non hanno il titolo ma hanno insegnato sostegno per almeno tre anni nel grado specifico (“almeno c’è l’esperienza).

Esauriti questi passaggi, si passa all’incrocio delle graduatorie, alla ricerca del docente curricolare che svolgerà per quell’anno scolastico il ruolo di insegnante di sostegno. E non si tratta certo di un caso isolato, le nostre aule sono piene di docenti “prestati al sostegno”.

Alcuni Uffici Scolastici corrono ai ripari cercando di organizzare corsi intensivi di formazione, i docenti stessi autofinanziano la propria crescita professionale, ma si tratta di una toppa.

La situazione rimane quella descritta dalla collega. Questo non vuol dire che gli insegnanti svolgano male il loro lavoro, tutt’altro, ma veramente si può pensare di affidare l’istruzione a personale non formato senza scandalizzarsi per una pratica ormai tipica nelle nostre scuole da anni?

Le scuole di specializzazione

Il numero di docenti specializzati non riesce a soddisfare la richiesta. Il Ministro Azzolina ha annunciato delle novità in merito, ma non partiranno certo domani Verso la riforma del percorso per diventare insegnanti di sostegno. Le prime anticipazioni della ministra Azzolina

Cosa ne pensi? Invia la tua riflessione a [email protected], specificando se desideri pubblicarla con nome e cognome.

Stampa

Tfa sostegno VI ciclo: cosa studiare? Parliamone con gli esperti il 29 luglio