Supplenze. Sentenze di merito PAS e TFA favorevoli al Miur, prossimo anno situazione più ordinata

WhatsApp
Telegram

In futuro non si ripresenteranno i problemi che hanno caratterizzato l’a.s. 2016/17 per l’attribuzione delle supplenze, con gli Uffici Scolastici costretti a fare e disfare le Graduatorie ad esaurimento, prima in ottemperanza ai decreti cautelari e poi alle sentenze di merito.

E’ fiducioso, il Governo, che le prime sentenze (già dal 24 ottobre) che hanno respinto la richiesta dei docenti abilitati TFA e PAS nelle Graduatorie ad esaurimento riportino la situazione alla normalità.

Così infatti risponde ad una interrogazione parlamentare che, invero, era limitata alla provincia di Rovigo, ma che certamente presenta una vicenda che può essere assunta come valida a livello nazionale.

Fino all’a.s. 2014/15, si legge nella risposta, le ordinanze cautelari del TAR Lazio, che disponevano l’inserimento dei ricorrenti nelle graduatorie ad esaurimento, producevano l’effetto dell’inserimento con riserva in dette graduatorie, ma tale circostanza non comportava la nomina del ricorrente in attesa della pronuncia di merito.

Dall’a.s. 2015/16 il TAR, in funzione di Giudice dell’ottemperanza, ha stabilito il principio opposto dell’inserimento a pieno titolo, con conseguente obbligo per l’Amministrazione di procedere alla nomina, stipulando il contratto con la clausola risolutiva espressa in caso di definitivo esito del ricorso in senso sfavorevole al ricorrente.

Le notifiche tra l’altro non pervengono agli Uffici Scolastici tutte nello stesso periodo, costringendo i funzionari ad un lavoro di continua revisione delle graduatorie, sia di infanzia e primaria per l’inserimento dei diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02, sia delle scuole secondarie, per la richiesta di abilitati TFA e PAS.

L’a.s. 2016/17 è stato dunque denso di lavoro e questo ha comportato lo slittamento delle nomine conferite dall’ufficio Scolastico e di conseguenza di tutti gli adempimenti successivi in capo ai Dirigenti Scolastici.

Situazione che non dovrebbe verificarsi l’anno prossimo, dato che i contenziosi in corso dovrebbero essere definiti prima dell’inizio del prossimo anno scolastico.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff