Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplenze secondaria: si può completare l’orario, ma non andare oltre le 18 ore

Stampa
didattica a distanza e-learning

Supplenze docenti scuola secondaria primo e secondo grado anno scolastico 2021/22: il completamento di orario a volte si rivela particolarmente difficile. Alcuni Dirigenti Scolastici rifiutano di spezzare le cattedre, altri non accettano orari ancora provvisori.

Una lettrice ci chiede

Ho 12 ore spezzone da GPS in una scuola, potrei accettare un completamento di orario in altra scuola con spezzone da 11 ore?

E ci dice anche che in anni precedenti ha già superato il limite delle 18 ore.

Il completamento di orario

Abbiamo affrontato l’argomento in

Supplenze docenti, ho uno spezzone. Completare l’orario è un diritto e una possibilità

spiegando come diritto e possibilità debbano essere sempre considerati valutando le cose con buon senso.

A nostro parere è fuori luogo che i Dirigenti Scolastici accampino motivazioni legati all’orario di servizio.

Per quanto possiamo solidarizzare con i Collaboratori del Dirigente Scolastico con nomina alla formulazione dell’orario, ogni qualvolta si rifiuta di modificare l’orario  (ma poi magari lo si fa ancora per esigenze dei docenti interni) si pensi che un docente precario ha perso la possibilità di lavorare.

Soprattutto se si tratta di supplenze almeno fino al 30 giugno (discorso diverso potrebbe essere fatto per le supplenze brevi).

Allo stesso modo non comprendiamo la difficoltà nello spezzare la cattedra se ci sono le condizioni richieste dall’OM n. 60/2020 (unicità dell’insegnamento nella classe e nelle attività di sostegno).

Scuola secondaria: non oltre le 18 ore

L’OM n. 60/2020 all’art. 13 comma 20 afferma

L’aspirante cui è conferita, in caso di assenza di posti interi, una supplenza a orario non intero, anche nei casi di attribuzione di supplenze con orario ridotto in conseguenza della costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, conserva titolo, in relazione alle utili posizioni occupate nelle varie graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario, esclusivamente nell’ambito di una sola provincia, fino al raggiungimento dell’orario obbligatorio di insegnamento previsto per il corrispondente personale di ruolo

Nel predetto limite orario, il completamento è conseguibile con più rapporti di lavoro a tempo determinato da svolgere in contemporaneità esclusivamente per insegnamenti per i quali risulti omogenea la prestazione dell’orario obbligatorio di insegnamento prevista per il corrispondente personale di ruolo

Quindi per i docenti della scuola secondaria il completamento di orario vale fino a max 18 ore. Le 18 ore possono essere raggiunte con ore della stessa classe di concorso, o anche di altra, purché riferita sempre alla scuola secondaria. Non è consentito il completamento di orario secondaria + primaria o infanzia.

In questo modo si garantisce la parità tra docente di ruolo e precario.

Oltre le 18 ore

Possono andare oltre le 18 ore sia i docenti di ruolo che i docenti a tempo determinato, ma si tratta dell’assegnazione degli spezzoni pari o inferiori a 6 ore gestiti dalla scuola.

Supplenze, come si utilizzano spezzoni pari o inferiori a 6 ore che non formano cattedra. Pagamento fino al 30 giugno

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata