Supplenze scuola primaria sino e oltre i 10 giorni, quando spetta la proroga

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Docente di scuola primaria assente per un primo periodo di 10 giorni, poi per altri 10, infine per un periodo di 15 giorni. Si deve prorogare la supplenza sempre allo stesso docente, che ha fornito la disponibilità anche per le supplenze sino a 10 giorni, o si deve riscorrere la graduatoria considerando anche chi non ha fornito la predetta disponibilità?

Rispondiamo al quesito riferendo cosa prevede l’articolo 7, comma 7, del DM n. 131/2007.

Supplenze primaria sino a 10 giorni

Nelle scuole dell’infanzia e primaria, in caso di supplenze pari o inferiori a 10 giorni, la supplenza va attribuita, scorrendo la rispettiva graduatoria, ai  soli docenti di prima, seconda e terza fascia che abbiano fornito esplicita disponibilità all’accettazione di tali tipologie di supplenze (pari o inferiori a 10 giorni).

Supplenze primaria: prosecuzione supplenza per 10 o più giorni

Nel caso in cui il titolare prosegua l’assenza, si procede alla proroga o conferma, disciplinate dai commi 4 e 5 del suddetto articolo 7, del docente assunto con i criteri di precedenza summenzionati (ossia chi ha dato disponibilità per le supplenze pari o inferiori a 10 giorni).

Qualora, invece, il titolare prosegua l’assenza per un periodo superiore a 10 giorni, si procede all’attribuzione della supplenza mediante il normale scorrimento delle graduatorie.

Supplenze primaria: conclusioni

Rispondendo al quesito iniziale, affermiamo che per il secondo periodo di assenza (pari a 10 giorni) la supplenza spetta allo stesso docente chiamato con priorità in quanto aveva fornito la disponibilità ad accettare suplenze pari o inferiori a 10 giorni.

Per il terzo periodo di assenza (superiore a 10 giorni), invece, il supplente non può essere confermato e si deve procedere al normale scorrimento della graduatoria, compresi dunque i docenti che non hanno fornito la sopra citata disponibilità.

Questo il testo dell’articolo 7/7 del DM 131/2007:

Nelle scuole dell’infanzia e primaria, in caso di supplenze pari o inferiori a 10 giorni, si dà luogo a scorrimento prioritario assoluto della rispettiva graduatoria nei riguardi dei soli aspiranti di prima, seconda e terza fascia che abbiano fornito esplicita disponibilità all’accettazione di tale tipologia di supplenze brevi, secondo quanto previsto dal precedente articolo 5, comma 6. Nel caso di prosecuzione dell’assenza del titolare si dà luogo alle operazioni di proroga o conferma, disciplinate ai commi 4 e 5, del supplente assunto con i criteri di precedenza suesposti solo se il periodo di ulteriore assenza non è superiore a 10 giorni mentre si procede all’attribuzione della supplenza mediante il normale scorrimento delle graduatorie ove il sopravvenuto periodo di assenza ecceda tale limite.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione