Supplenze: rientro del titolare dopo il 30 aprile e prima supplente in congedo di maternità. Malattia bambino e retribuzione per i primo 30 gg

di Giulia Boffa
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Supplenza e maternità: la scuola non può corrispondere un’indennità fuori nomina se la docente ha un altro contratto in corso
Scuola
  – Spett.le redazione, sottopongo il seguente quesito: una docente nominata dal DS gode di due contratti: 1) per 8/18 su una supplenza fino al termine delle attività didattiche; 2) per 10/18 su una maternità della titolare; la docente nominata in data 4 febbraio ha presentato richiesta di astensione obbligatoria in quanto, anche lei, si trovava al settimo mese di gravidanza. La docente titolare ha comunicato che riprenderà servizio il giorno 8 aprile 2015. Come ci si deve comportare in termini di retribuzione dopo l’8 aprile con la supplente? Ha diritto all’80% dello stipendio su entrambi i contratti iniziali o soltanto sul primo (8/18)? quali sono i riferimenti normativi che regolano il caso? Cordiali saluti Ufficio Personale. Leggi tutto…

Malattia bambino e retribuzione per i primo 30 gg
Giuseppe
  – il mio quesito sembrerà  banale ma non riesco a trovare risposta. Qualora una insegnante sia madre di 2 figli entrambi minori di 3 anni i 30 giorni ex art. 12 comma 5 del ccnl 2007 potrebbero cumularsi ( 30 per ogni figlio ) e quindi arrivare al limite di 60 giorni ?Il contratto cita i 30 giorni per anno di età del figlio ma non specifica nulla nel caso di più figli minori di 3 anni. Potete aiutarmi ? Grazie. Leggi tutto…

Rientro a disposizione dopo il 30 aprile e riduzione oraria per allattamento
Doriana
– Gent. mo Paolo, ho un quesito da porti in merito alla mia situazione attuale. Sono in astensione obbligatoria per maternità fino al 9 aprile, ma ho già chiesto alla scuola del giorni di congedo parentale e rientrerò quindi in servizio il 4 maggio; sarò dunque a disposizione. Nel mio istituto la materia che insegno, ossia francese, è stata scelta come materia interna.  La domanda è la seguente: poiché la supplente avrà un contratto fino al termine dell’attività didattica e io avevo una classe terminale, toccherà a me fare il membro interno agli esami di Stato? Se la risposta è affermativa, godendo di una riduzione oraria per allattamento, come si configurerà il mio impegno nella commissione? Grazie per il tuo indispensabile servizio. Leggi tutto…

Supplenze: rientro del titolare dopo il 30 aprile e prima supplente in congedo di maternità
Francesca
– Gentile Redazione, vi ringrazio innanzitutto per l’ottimo e chiarificante servizio che prestate. Sono una docente di scuola sec. di primo grado, con contratto a tempo determinato (supplenza breve) per sostituzione di maternità della titolare del posto. A mia volta, sono in congedo obbligatorio di maternità dal 27.01.2015; il mio incarico di supplenza è stato coperto a sua volta da un altro supplente. La titolare del posto ha comunicato alla scuola che rientrerà il 30.04.2015, non entrando in aula ma rimanendo a disposizione. Chiedo se, la proroga della supplenza spetta prima a me (il 30.04 io sarò ancora in congedo obbligatorio ) e di conseguenza poi al mio supplente attualmente in servizio o  se spetta direttamente al supplente che mi sta sostituendo .Non sono riuscita a trovare risposta nel forum. Chiedo quindi a voi se potete chiarirmi questa situazione,visto che la scuola stessa mi ha riferito che ci sono pareri contrastanti in merito. Ringraziando, auguro buona giornata. Leggi tutto…

Il congedo obbligatorio non si raddoppia in caso di adozione di due o più fratelli
Dirigente scolastica
– Una collaboratrice scolastica a tempo indeterminato,in data 03-10-2014,ha ottenuto l’affidamento di 2 fratelli,nati nel 2003 e nel 2006. Attualmente è  in astensione obbligatoria per mesi 3 dal giorno 1-12-2014. In data odierna richiede ulteriore periodo di 3 mesi in quanto i bambini affidati sono 2.La collaboratrice afferma di avere prodotto tale richiesta dopo aver consultato il suo sindacato. In base alla normativa vigente,credo di non poter soddisfare la richiesta;credo che la collaboratrice debba richiedere,se vuole,solo astensione facoltativa. Chiedo una consulenza a tale riguardo. Leggi tutto…

la sezione dedicata alla maternità e paternità

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione