Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplenze, quando vengono utilizzate le MAD (messe a disposizione)

Stampa

Le MAD (domande di messa a disposizione) possono essere utilizzate dai Dirigenti Scolastici per il conferimento delle supplenze, ma solo quando si verificano determinate circostanze. 

Una lettrice ci chiede “sono iscritta nella terza fascia delle graduatorie d’istituto. Mi chiedevo se da gennaio le MAD avessero precedenza sulla terza fascia

Diciamo innanzitutto che la MAD non può superare le graduatorie di istituto, che rimangono il principale canale per l’attribuzione delle supplenze.

La MAD può e deve essere utilizzata dai Dirigenti Scolastici nel caso di graduatorie esaurite.

Per graduatorie esaurite si intende che nel momento in cui si presenta la necessità della supplenza, tutti gli aspiranti delle graduatorie (fino alla terza fascia inclusa) risultino occupati in altra supplenza, più o meno lunga.

N.B. Rimane valido quanto indicato nel Regolamento delle supplenze (Dm 131/2007) ” Nel caso di esaurimento della graduatoria di circolo e di istituto il dirigente scolastico provvede al conferimento della supplenza utilizzando le graduatorie di altri istituti della provincia secondo un criterio di viciniorità e previe le opportune intese con i competenti dirigenti scolastici.”

Pertanto, la domanda di messa a disposizione deve essere ultima ratio, prima il Dirigente Scolastico deve consultare le graduatorie delle scuole viciniori.

Supplenze da MAD

Il Miur ha chiarito nella circolare del 28 agosto 2018 che eventuali contratti stipulati a partire da domande di messa a disposizione sono soggetti agli stessi criteri e vincoli del regolamento delle supplenze.

Pertanto, una volta accettata la supplenza, non la si può abbandonare a proprio piacimento e anche per quanto riguarda la fruizione di eventuali assenze si è sottoposti al regime dei docenti a tempo determinato.

Domande messa a disposizione sostegno

Possono presentare domanda di messa a disposizione su sostegno soltanto i docenti che non risultino iscritti per tali posti in alcuna graduatoria di istituto.

La domanda può essere presentata per una sola provincia da dichiarare espressamente nell’istanza.

Nel caso pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati.

Le domande di messa disposizione, rese  ai sensi del DPR 445/00, devono contenere tutte le dichiarazioni necessarie per consentire la verifica puntuale dei suddetti requisiti da parte dei dirigenti scolastici, ivi compresa gli estremi del conseguimento del titolo di specializzazione.

Durata della supplenza

Con l’approssimarsi della data del 31 dicembre, ricordiamo i criteri per la stipula dei contratti su posto vacante.

Se il posto per la supplenza si rende disponibile entro il 31 dicembre esso va restituito all’Ufficio Scolastico di competenza e assegnato dalle graduatorie ad esaurimento fino al 30 giugno. Qualora le graduatorie ad esaurimento siano esaurite, il posto andrà assegnato scorrendo le graduatorie di istituto (a partire dalla I fascia), sempre con la stessa scadenza.

Se invece il posto si rende disponibile dopo il 31 dicembre, la competenza spetta al Dirigente scolastico e si assegna dalle Graduatorie di istituto fino alle esigenze di servizio ovvero fino al termine delle lezioni e non più al 30 giugno.

I riferimenti sono l’art. 1 e 7 del DM 131/07 (Regolamento delle supplenze)

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia