Supplenze, quali posti saranno assegnati e da quali graduatorie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Forniamo dei chiarimenti sull’assegnazione delle supplenze ai docenti precari, operazione che avrà luogo tra qualche giorno, subito dopo le assegnazioni provvisorie dei docenti di ruolo.

L’obiettivo del Ministero è quello di completare la procedura entro l’avvio delle lezioni.

Ieri abbiamo pubblicato il file elaborato dalla FLCCGIL con il risultato dei posti residui dalle immissioni in ruolo (avvertiamo che si tratta di un dato ancora non defnitivo) per classe di concorso e provincia. Come si legge il file: le disponibilità sono i posti vuoti esistenti per quella provincia e classe di concorso, il contingente è quello assegnato dal Ministero, la differenza sono i posti che rimarranno vuoti e che se non utilizzati per le assegnazioni provvisorie, potranno essere dati a supplenza.

Le supplenze vengono conferite prima dalle graduatorie ad esaurimento laddove ancora esistenti, per passare poi alle graduatorie di istituto.

Quel dato presente nel file elaborato dalla FLCCGIL non è il dato complessivo delle supplenze lunghe assegnabili per l’a.s. 2017/18, come qualche lettore ha erroneamente creduto. Questi sono solo i posti residui dalle immissioni in ruolo; bisognerà poi aggiungere tutti i posti in organico di fatto (supplenze al 30 giugno), che costituiscono ancora il gruppo più consistente di incarichi. E che diventerà anche l’anno prossimo l’ago della bilancia per le nuove immissioni in ruolo.

Le supplenze temporanee (malattie, gravidanze), vengono assegnate da graduatorie di istituto, secondo le necessità che si verificano e per il tempo utile alla sostituzione.

Gli avvisi per l’assegnazione di supplenze dalle graduatorie ad esaurimento saranno pubblicati sui siti dei rispettivi Uffici Scolastici (vedi avviso Napoli), mentre per le supplenze da Graduatorie di istituto si viene contattati all’indirizzo comunicato nella domanda presentata entro il 24 giugno 2017.

Si stima che per l’a.s. 2017/18 potranno essere tra le 85.000 e le 100.000 le supplenze attribuite.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione