Supplenze primaria e sostegno: 6.500 posti liberi a Milano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’ufficio Scolastico di Milano ha comunicato di aver concluso le operazioni di nomina a tempo determinato dalle Graduatorie ad esaurimento per la primaria per l’a.s. 2018/19.

Con la nota del 18 settembre i Dirigenti Scolastici sono autorizzati ad utilizzare le graduatorie di istituto, a partire dalla I fascia, per l’attribuzione di posti al 31 agosto o 30 giugno ancora disponibili.

Si tratta di circa 1.500 posti ancora da assegnare, più altri 5mila sul sostegno.

Dalle graduatorie ad esaurimento erano stati convocati 2.031 docenti. Secondo quanto riferito dal Giorno ad accettare l’incarico sono stati solo 450, per cui gli altri posti verranno conferiti da graduatorie di istituto o addirittura da domande di messa a disposizione.

I motivi del rifiuto

A spiegarli Massimiliano Sambruna, Cisl Scuola

  • gli insegnanti sono già impegnati nella scuola paritaria
  • attendono una convocazione da scuola più gradita o più vicina a casa
  • dal punto di vista economico conviene di più l’assegno di disoccupazione

“Ed è qui – conclude Sambruna – che è necessario un cambio di passo. Perché alla scuola servono maestri e se uno rinuncia a un posto di lavoro per un ammortizzatore sociale è necessario un intervento. Anche perché chi è in graduatoria ha fatto domanda, deciso dove andare e magari fatto ricorso per starci”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione