Supplenze, poche al 31 agosto 2019. Tutte le altre al 30 giugno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In questi giorni gli Uffici Scolastici sono impegnati nell’assegnazione dei ruoli al personale docente. Nella seconda metà di agosto si provvederà anche per il personale ATA e il personale educativo. Poi si passerà alle supplenze.

Quante supplenze al 31 agosto

In attesa dell’annuale circolare sulle supplenze, che disciplina le modalità per il conferimento e in cui quest’anno saranno sicuramente fornite le indicazioni per la trasformazione dei contratti in seguito alle sentenze dei docenti che hanno richiesto di essere inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, è possibile ragionare sui numeri.

Per il personale docente, sono state autorizzate 57.332 assunzioni.

Queste però non saranno realizzate tutte, perché in alcune regioni per alcune classi di concorso le graduatorie non presentano aspiranti e le graduatorie del concorso 2018 non sono ancora pronte. Assunzioni, ecco in quali classi di concorso posti rimarranno vuoti.

Questi posti dovranno essere assegnati, per l’a.s. 2018/19, come supplenze al 31 agosto 2019.

A questi posti andranno aggiunti quelli già vacanti e non disponibili che non sono rientrati nei posti autorizzati per l’a.s. 2018/19 (973 posti).

Supplenze al 30 giugno

Sui posti autorizzati in organico di fatto e sui posti in deroga per il sostegno le supplenze avranno come data di termine il 30 giugno 2019.

“Si tratta – scrive la FLCGIL – di circa 45.000 ulteriori cattedre di posti di sostegno e circa 6.000 posti.”

L’indicazione è un po’ evasiva, le supplenze al 30 giugno saranno sicuramente molto di più.

Prima dei calcoli esatti bisogna considerare quante di queste cattedre andranno alle assegnazioni provvisorie, da disporre entro il 31 agosto.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione