Supplenze, nuovo boom in vista del prossimo anno: si può arrivare a quota 220 mila

Stampa

Se Lucia Azzolina ha dovuto fronteggiare innumerevoli ostacoli nel corso del suo mandato come Ministro dell’Istruzione, il suo successore forse avrà ancora più gatte da pelare. Se parliamo di precari e di supplenze, il discorso si complica ulteriormente. Secondo una stima della Cisl Scuola, si può arrivare a 220 mila supplenti per il prossimo anno.

Quest’anno, come sappiamo, abbiamo avuto numeri da record (negativo) che ha portato ad un totale di oltre 200 mila posti assegnati a supplenza. Il prossimo anno, potrebbe essere peggio. Lo si evince anche dall’elaborazione della Cisl Scuola, che prevede addirittura di toccare quota 220 mila supplenze nel 2021/2022.

I numeri previsti

Secondo la stima del sindacato, partendo dai 64 mila posti rimasti vuoti dopo le assunzioni del 2020, aggiungendo i posti dei pensionamenti, che se confermati saranno 35 mila si arriverebbe a 99 mila posti.

A questa cifra si dovrebbe detrarre il numero possibile di assunzioni da concorso straordinario: la procedura ripartirà il 15 febbraio fino al 19 per concludere le prove rimaste sospese. Partendo dall’ipotesi di poter assumere circa 29 mila vincitori, i posti vacanti residui, che vanno a supplenza annuale sarebbero 70 mila circa.

Concorso straordinario, si attendono indicazioni Ministero su necessità tampone e protocollo sicurezza

A questi, però, bisogna aggiungere altre 70 mila supplenze su posti comuni fino al termine delle attività didattiche (30 giugno) e gli 80 mila posti in deroga previsti per il sostegno. Ecco che allora si arriva a circa 220 mila supplenze. 

Il nuovo Governo, pertanto, dovrà prepararsi ad una nuova ondata di precariato anche per il 2021/2022. Certo, quest’anno dovrebbero ultimarsi i concorsi ordinari docenti infanzia, primaria e secondaria, ma i vincitori non potranno essere disponibili, con ogni probabilità, prima del 2022, dato che ancora la procedura dei concorsi è in alto mare.

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur