Supplenze, nuove convocazioni solo se c’è un avente diritto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Questa la precisazione che l’Ufficio Scolastico di Verona ha inviato alle scuole in seguito alla pubblicazione delle graduatorie definitive di II e III fascia per il 2018/19 per il personale docente.

Clausola risolutiva, chiarimenti

Dopo la pubblicazione delle “integrazioni” alle suddette graduatorie ciascuna istituzione scolastica dovrà verificare, per ciascun contratto già stipulato, l’eventuale presenza di un diverso soggetto avente titolo come risultante dalle integrazioni delle graduatorie.

In caso positivo, si dovrà procedere alla risoluzione del contratto, in applicazione della clausola a suo tempo opportunamente inserita.

In caso negativo, il contratto resta confermato, non verificandosi la condizione risolutiva.

Si ritiene, come già precisato nelle FAQ pubblicate sul sito dell’USR Veneto e già trasmesse da questo UAT per opportuna conoscenza, la N. 4 precisa che non debbano essere riconvocati coloro che, pur risultando utilmente collocati anche nelle graduatorie di istituto “integrate”, abbiano rinunciato alla proposta di contratto a tempo determinato formulata inizialmente dalla scuola sulla base delle graduatorie vigenti prima della pubblicazione delle integrazioni.

La circolare

Di diverso avviso altre province

Citiamo Napoli, Torino, Roma

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione