Supplenze. Nomine a docenti inseriti con riserva in GaE o GI, istruzioni Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, come abbiamo prontamente riferito, ha diramato la circolare n. 37381 del 29 agosto 2017, che fornisce indicazioni e istruzioni operative per l’attribuzione delle supplenze al personale docente e ATA per l’anno scolastico 2017/18.

Supplenze 2017/18, circolare Miur. Delega, accettare o rinunciare alla proposta, sanzioni, priorità legge 104

La circolare dedica un apposito paragrafo ai docenti inseriti con riserva nelle graduatorie ad esaurimento e di istituto in seguito a pronunce giudiziali favorevoli.

Ai predetti docenti è possibile attribuire incarichi a tempo determinato, se collocati in posizione utile, ad una precisa condizione:

“il disposto inserimento con riserva nelle graduatorie ad esaurimento o di istituto, risulti configurato dal giudice come pienamente anticipatorio di tutte le utilità ad esso connesse.”

Nel provvedimento, dunque, il giudice deve esplicitare che l’interessato debba godere dei benefici derivanti dall’inserimento in graduatoria, intendendo con ciò l’attribuzione di incarichi a tempo determinato (e indeterminato).

Nel contratto dovrà essere apposta la clausola risolutiva condizionata alla definizione nel merito del giudizio pendente. Di conseguenza, il contratto verrà risolto in caso di esito negativo per il docente.

Da evidenziare che nella circolare dello scorso anno c’era un limite ben preciso, ossia che il provvedimento doveva essere stato emesso dal Consiglio di Stato, mentre per il 2017/18 si parla genericamente di “pronunce giudiziali”.

La circolare

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare