Supplenze nelle piccole isole: nuova richiesta al Ministro di precedenza per i residenti e doppio punteggio nelle graduatorie

di Lalla
ipsef

red – Si è svolto a Roma un incontro tra il Capo di Gabinetto Miur e ANCIM rappresentato dal suo presidente Mario Corongiu, dal segretario generale Giannina Usai e dal consigliere delegato e sindaco del Comune di Isola del Giglio Sergio Ortelli. Sono state affrontate le problematiche dell’Isola del Giglio, ma le richieste interessano tutti coloro che svolgono servizio nelle piccole isole.

red – Si è svolto a Roma un incontro tra il Capo di Gabinetto Miur e ANCIM rappresentato dal suo presidente Mario Corongiu, dal segretario generale Giannina Usai e dal consigliere delegato e sindaco del Comune di Isola del Giglio Sergio Ortelli. Sono state affrontate le problematiche dell’Isola del Giglio, ma le richieste interessano tutti coloro che svolgono servizio nelle piccole isole.

Il sindaco Ortelli spiega "L’incontro era stato programmato da tempo per discutere delle problematiche legate alla scuola e alle criticità in materia di istruzione nelle isole minori. Per questo sono stati trattati sia gli aspetti strutturali, sia quelli attinenti al Patto di stabilità dei fondi finalizzati alla messa in sicurezza degli edifici scolastici, agli aspetti sul personale e al conseguimento dei titoli superiori". "

"Sul personale – prosegue il sindaco – abbiamo avanzato le richieste che sono contenute sia sul ddl della Sicilia e sia sul ddl nazionale e cioè

  • precedenza alla nomina nelle graduatorie per i residenti
  • indennità di disagio per i pendolari
  • equiparazione ai residenti per il trasporto marittimo
  • valutazione doppia del servizio
  • supplenze brevi con precedenza al personale inserito nelle graduatorie d’istituto
  • limitazione degli accorpamenti delle class
  • l’implemento delle sperimentazioni sia di nuovi profili professionali, sia nella didattica attraverso e-learning

Nell’incontro è stata decisa l’istituzione di un tavolo di concertazione per individuare l’eventuale percorso da intraprendere per arrivare a far sì che tali richieste si traducano in normativa.

Il caso Lampedusa. Nel 2011 2012 sulla scia dell’emergenza sbarchi nell’isola di Lampedusa il Governo Berlusconi aveva firmato un’ordinanza secondo la quale le supplenze dovevano essere concesse con precedenza per il 50% ai docenti nativi o che lì risiedevano da almeno 10 anni.

La disposizione è stata utilizzata anche per l’a.s.2012/13 e questo ha provocato la denuncia del sindacato SAESE all’Unione Europea, il quale ha risposto di non poter aprire procedura di infrazione perchè il dispositivo è inapplicato dal 01/09/013, ma indica la procedura per la richiesta di risarcimento. Supplenze con precedenza ai nativi dell’isola di Lampedusa. L’Europa chiude la porta, ma suggerisce la richiesta di risarcimento

La normativa nazionale. Per quanto riguarda i precari l’ultimo decreto di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento prevede "il servizio prestato dall’a.s. 2003/04 all’a.s. 2006/07 nelle scuole primarie pluriclassi dei Comuni di montagna, di cui alla legge 1° marzo 1957, n. 90, nonché nelle scuole delle isole minori e degli istituti penitenziari è valutato in misura doppia"

La norma ha come limite temporale l’a.s. 2006/07 perchè, a parte la sentenza della Corte Costituzionale sul doppio punteggio di montagna, l’allora Ministro Fioroni lo abolì nella Legge Finanziaria 2007.

Versione stampabile
soloformazione