Supplenze, MAD esclusa anche per classi di concorso per le quali il docente non è in graduatoria

Stampa

Gli aspiranti inclusi nelle GaE ovvero nelle GPS possono presentare domanda di messa a disposizione per le classi di concorso per cui non sono inseriti in graduatoria?

Prima di rispondere al quesito, ricordiamo come avviene l’attribuzione delle supplenze al 30 giugno/31 agosto e di quelle brevi e temporanee.

Attribuzione delle supplenze

Le supplenze al 30 giugno e al 31 agosto, per l’a.s. 2021/22, saranno attribuite dal sistema informatico del Ministero, dopo che gli aspiranti hanno presentato le relative domande, tramite Istanze Online, nel periodo compreso tra il 10 e il 21 agosto 2021.

Le domande sono state presentate dagli aspiranti inclusi in GaE e nelle GPS prima e seconda fascia. Gli aspiranti inseriti nelle predette graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) prima fascia ed eventuali elenchi aggiuntivi, con la medesima istanza, hanno potuto partecipare anche alla procedura straordinaria di assunzione in ruolo, se in possesso dei requisiti richiesti (per i posti di sostegno, la sola specializzazione; per i posti comuni, tre annualità di servizio su posto comune, anche non continuative, negli ultimi dieci anni, oltre l’a.s. 2020/21).

Attualmente, si sta procedendo all’attribuzione degli incarichi annuali finalizzati al ruolo, di cui alla suddetta procedura straordinaria (che prevede: l’incarico annuale nel 2021/22; lo svolgimento del percorso annuale di formazione e prova; una prova disciplinare; l’assunzione in ruolo nel 2022/23, con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2021 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio). Dopo l’attribuzione dei predetti incarichi, si procederà all’assegnazione delle supplenze.

Ordine scorrimento graduatorie

L’attribuzione delle supplenze è disciplinata dall’OM n. 60/2020, le cui disposizioni sono state riprese dalla circolare n. 25089/2021.

L’ordine di attribuzione delle supplenze annuali (al 31/08) e di quelle sino al termine delle attività (al 30/06), ai sensi di quanto disposto dalla suddetta OM, è il seguente:

  1. GaE; in caso di esaurimento ovvero di presenza nelle stesse di un numero di candidati non sufficiente a coprire tutti gli incarichi
  2. GPS

Questo l’ordine di scorrimento delle graduatorie: 

Nel caso in cui non sia possibile attribuire tutti gli incarichi al 30/06 ovvero al 31/08 tramite GAE/GPS, gli stessi saranno attribuiti dai dirigenti delle scuole ove è presente la disponibilità del posto, utilizzando le graduatorie di istituto.

Graduatorie di Istituto e MAD

Le graduatorie di istituto (GI), oltre che per il caso summenzionato, sono utilizzate:

  • per l’attribuzione delle supplenze brevi e temporanee (malattia, infortunio, gravidanza …);
  • per tutte le supplenze da attribuire dopo il 31 dicembre.

In caso di esaurimento delle GI, il dirigente scolastico si avvale di quelle delle scuole viciniori. Qualora anche queste ultime siano esaurite, il DS può fare ricorso alle domande di messa a disposizione (MAD).

Disposizioni e indicazioni sulle MAD sono fornite dal DM n. 51/2021 (art. 4, comma 7) e dall’annuale circolare sulle supplenze (circolare n. 25089/2021), in base ai quali:

  • le domande possono essere presentate dai docenti non inseriti in nessuna graduatoria provinciale e di istituto e per una sola provincia;
  • le domande sono rese in autocertificazione, ai sensi del DPR n. 445/2000, e devono contenere tutte le dichiarazioni utili ai fini della verifica dei suddetti requisiti, ivi compresi gli estremi dell’eventuale conseguimento del titolo di abilitazione e/o specializzazione.
  • i docenti abilitati/specializzati, che hanno presentato la MAD, hanno la precedenza nell’attribuzione delle supplenze rispetto ai non abilitati/specializzati;
  • gli eventuali contratti stipulati sono soggetti agli stessi vincoli e criteri previsti dall’OM n. 60/2020, ivi incluse le sanzioni indicate nell’articolo 14.

Quesito

Uno lettore chiede: Sono un docente inserito nelle GPS. Per le classi di concorso per le quali non sono inserito in GPS… posso inviare la MAD?

La risposta alla domanda, sulla base di quanto previsto dal DM e dalla circolare succitati, è negativa. Così infatti leggiamo:

– nel DM “I soggetti, non inseriti a qualsivoglia titolo nelle graduatorie di cui all’Ordinanza Ministeriale 10 luglio 2020, n. 60, in possesso di abilitazione ovvero di specializzazione sul sostegno o sui metodi differenziati Montessori, Pizzigoni e Agazzi, hanno la priorità nell’attribuzione di contratti a tempo determinato attraverso la domanda di messa a disposizione per le relative classi di concorso o posti di sostegno o a metodo differenziato, rispetto agli aspiranti non in possesso dei predetti titoli.” 

– nella circolare “Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto …”

Le MAD, dunque, possono essere presentate dai soli docenti non inseriti in nessuna graduatoria di istituto o provinciale. Le due sopra riportate disposizioni, infatti, non fanno riferimento a singole classi di concorso, ma alle graduatorie in generale.

Ricordiamo che la norma fu adottata anche lo scorso anno e poi sospesa per far fronte alle numerose supplenze da conferire. Non sappiamo se tale ipotesi potrà verificarsi anche quest’anno, bisognerà attendere i risultati finali delle immissioni in ruolo e dell’attribuzione delle supplenze.

Circolare n. 25089/2021

DM 51/2021

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur