Supplenze ITP al 31 agosto o 30 giugno da prima fascia, arriva sentenza negativa. Cosa fare?

Stampa

Supplenze: alcuni Uffici Scolastici sono ancora al lavoro, dopo ben un mese e mezzo dall’inizio delle attività, per l’attribuzione delle supplenze. Le scuole nel frattempo devono procedere con tempestività al controllo accurato dei titoli, da trasmettere allo stesso Ufficio Scolastico che li convaliderà definitivamente o deciderà per la modifica di punteggio e posizione, o addirittura per l’esclusione dalla graduatoria.

Abbiamo già chiarito che non ci sarà punteggio per una supplenza svolta sulla base di una dichiarazione mendace, analizziamo invece il caso di quei docenti che hanno potuto presentare domanda per la prima fascia GPS in attesa di sentenza, hanno ottenuto una supplenza al 31 agosto o 30 giugno e adesso ricevono il verdetto negativo.

Un nostro lettore chiede

Ho fatto domanda di inserimento nelle Gps prima fascia come ITP perchè avevo sentenza favorevole, ma solo pochi giorni fa vengo a conoscenza che il CdS ha rigettato la sentenza del TAR. Faccio presente che nel frattempo ho preso un incarico al 31/08/2021( ad oggi ancora insegno). Adesso cosa mi succede ??? Cancellazione dalla prima fascia ??? Il punteggio mi vale ??? Vengo retribuito ??? Posso inserirmi in seconda fascia o cancellazione da tutto ??? Sicuro di riscontro, in attesa di risposta, porgo distinti saluti

Come si procede

La risposta è fornita, in parte, dalla Circolare Ministero del 5 settembre 2020:

“Permangono tuttora, in forza di provvedimenti cautelari emessi dalla magistratura amministrativa, soggetti che, privi di abilitazione, sono inseriti nella I fascia delle GPS e, conseguentemente, nella II fascia delle graduatorie di istituto. All’atto della sentenza di merito, che accerta l’assenza del valore di abilitazione del titolo posseduto, gli Uffici procederanno
all’esclusione dalle predette fasce e alla ricollocazione del soggetto, ove ovviamente in possesso del relativo titolo di studio, nelle corrispettive II fasce GPS e III fasce GI, secondo modalità che saranno successivamente rese note.”

“In ogni caso, il contratto di lavoro a tempo determinato, cui l’aspirante sia chiamato in dipendenza dell’inserimento con riserva nella relativa graduatoria provinciale o d’istituto, dovrà contemplare apposita clausola risolutiva espressa, condizionata alla definizione del giudizio in termini favorevoli all’Amministrazione”

Quindi chi riceve sentenza di merito

  • sarà destinatario di risoluzione di contratto
  • dovrà essere escluso dalla prima fascia GPS
  • dovrà essere incluso in seconda fascia GPS

Le modalità indicate nella circolare non sono state però rese note.

Punteggio e retribuzione fino al decreto di rescissione del contratto non vengono messi in discussione, in quanto il servizio è stato reso secondo le indicazioni fornite dal Ministero per l’inserimento nelle GPS.

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”