Supplenze insegnanti, cosa cambia nell’a.s. 2018/19. Novità stipendi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei prossimi giorni il MIiur pubblicherà l’annuale circolare per disciplinare l’attribuzione delle supplenze. Numerose le novità, anche se il Regolamento principale risale al lontano 2007.

Abolito divieto supplenze dopo 36 mesi su posti vacanti

La legge 107/2015, aveva introdotto (comma 131) il divieto di attribuire supplenze su posti vacanti e disponibili (quelle al 31/08)  al personale sia docente che ATA che avesse già svolto 36 mesi di servizio su tale tipologia di posto. Con la nuova disposizione il divieto è stato abolito.

Continuità didattica per docenti con sentenza negativa

I diplomati magistrale sono in attesa delle sentenze di merito al ricorso proposto per l’inserimento in Graduatoria ad esaurimento.

Considerato che le sentenze di merito probabilmente saranno negative e arriveranno nel corso dell’anno scolastico 2018/19, il Decreto Dignità ha introdotto delle misure per garantire la continuità didattica

  • l’esecuzione delle sentenze avverrà entro 120 giorni dalla notifica.
  • diplomati magistrale assunti in ruolo con riserva: dopo l’esecuzione delle sentenze, il loro contratto sarà trasformato in una supplenza al 30/06/2019;
  • diplomati magistrale con supplenza annuale (al 31/08): dopo l’esecuzione delle sentenze, il loro contratto sarà trasformato in una supplenza al 30/06/2019

Nulla si dice per i contratti già stipulati al 30 giugno 2019, per il quale si presuppone potranno essere mantenuti per garantire la continuità didattica, come sottolineato dall’On. Azzolina (M5S) Diplomati magistrale, Azzolina: nessuno sarà licenziato a metà del prossimo anno scolastico . Su questo la circolare sulle supplenze potrebbe essere esplicativa.

Neoimmessi in ruolo da graduatoria concorso 2018 hanno supplenza annuale (3° anno FIT)

Il docente ammesso al 3° FIT da graduatoria di merito regionale del concorso 2016 avrà una supplenza annuale, cioè sarà ancora un supplente sia dal punto di vista normativo che economico.

Lo stipendio sarà quello di una supplenza al 31 agosto e rientra nella fascia 0-8, dato che ai precari il Miur non riconosce gli scatti di anzianità.

No contratti fino all’avente diritto

Il nuovo Contratto ha introdotto delle novità per l’attribuzione delle supplenze. Non potranno più essere conferiti contratti “fino all’avente diritto”, di conseguenza le supplenze dovranno avere una data certa di termine.

Supplenze su sostegno

Saranno numerose anche per l’a.s. 2018/19. Gli Uffici Scolastici stanno infatti assegnando i posti in deroga alle varie province, sui quali saranno stipulati contratti al 30 giugno. In Emilia Romagna saranno 3.395, 2,764 in Veneto, ma ben 6.828 in Sicilia

Per quanto riguarda l’attribuzione della supplenza allo stesso insegnante precario dell’anno precedente, la soluzione – dopo il parere critico del CSPI – è ancora lungi dall’essere trovata. Sostegno, 80% degli studenti cambia 2 insegnanti

Supplenze sostegno: chi è obbligato ad accettarle, elenchi di assunzione e MAD. Le info utili

La GUIDA Supplenze annuali e al 30/06: graduatorie di assunzione, assenza convocazione o rinuncia, sanzioni

Lo stipendio

È on-line da qualche mese su NoiPa il nuovo self service “Contratti scuola a tempo determinato” che consente al personale della scuola con contratti a tempo determinato di monitorare, autonomamente e in qualsiasi momento, la propria situazione amministrativa ed economica.

l nuovo servizio permette ai titolari di contratto a tempo determinato di controllare i diversi stati dei contratti e la rata stipendiale, di verificare gli ordini di pagamento e monitorare lo stato di lavorazione delle dichiarazioni TFR inviate a INPS.

Nello specifico sono quattro le funzionalità del servizio:

  1. Consultazione Contratti , che consente la consultazione dei dati dei contratti;
  2. Consultazione Rata , che consente di visualizzare l’elenco delle rate (emesse e da emettere);
  3. Consultazione Ordini di Pagamento , che consente di visualizzare l’elenco degli ordini di pagamento, fornendo per ciascun elemento il dettaglio delle voci di cui è composto;
  4. Consultazione TFR , che consente di monitorare lo stato di lavorazione delle dichiarazioni TFR inviate a INPS.

Il personale interessato, pertanto, non dovrà più recarsi in segreteria per avere tali informazioni, ma potrà farlo da sé accedendo all’area riservata del portale NoiPa.

Il pagamento delle supplenze al 30 giugno o 31 agosto avviene in concomitanza con quello dei colleghi di ruolo, con esigibilità il 23 del mese.

Per le supplenze temporanee NoiPA invece effettua due emissioni speciali ogni mese, una entro il 18 ed un’altra a fine mese in concomitanza con l’emissione ordinaria.

Dall’emissione speciale trascorre poi qualche giorno (entro 10 giorni lavorativi)  prima di ricevere l’accredito nella modalità indicata alla segreteria.

Stipendio supplenze temporanee. Quanto tempo passa dal contratto, le emissioni speciali e l’accredito

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione