Supplenze graduatorie terza fascia ATA, cosa succede in caso di rinuncia o abbandono

Stampa

Supplenze ATA da graduatorie di terza fascia. Cosa succede se si rinuncia a una supplenza o se si abbandona dopo aver accettato?

Rinuncia

E’ possibile rinunciare a una proposta di contratto a tempo determinato da graduatorie di terza fascia ATA. Le conseguenze sono descritte dall’articolo 7 del Dm 430/2000 (regolamento supplenze ATA).

Al comma 1, punto B1 si legge: “La rinuncia ad una proposta contrattuale, o alla sua proroga o conferma, non comporta alcun effetto“. Non c’è pertanto nessuna conseguenza in caso di rinuncia.

Abbandono supplenza

Diverso il caso di abbandono dopo aver accettato la proposta. “L’abbandono della supplenza – si spiega al punto B2 – comporta la perdita della possibilità di conseguire qualsiasi tipo di supplenza per l’anno scolastico in corso“.

Ricordiamo che si convoca da terza fascia quando risultano esaurite le graduatorie di prima e seconda. Supplenze ATA, iniziano le convocazioni da graduatorie di terza fascia

Supplenze ATA 2020/21: spezzone orario, altra supplenza, effetti rinuncia o mancata presa di servizio. Circolare

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia