Supplenze GaE/GPS, Preferenze sintetiche: cosa sono i distretti? Scarica i FILE

WhatsApp
Telegram

Nelle domande per l’attribuzione delle supplenze da GaE e GPS e degli incarichi annuali finalizzati al ruolo, gli aspiranti possono esprimere preferenze sia puntuali (scuole) che sintetiche (comuni/distretti). Preferenze sintetiche: ecco le scuole facenti parte di comuni e distretti di tutte le province. 

Tempistica e modalità presentazione

Gli aspiranti inclusi nella GaE e nelle GPS,  interessati all’attribuzione delle supplenze, possono presentare la relativa domanda, tramite Istanze Online, sino alle ore 14.00 del 16 agosto 2022. Con la medesima domanda, gli aspiranti inseriti nella prima fascia delle GPS sostegno partecipano all’attribuzione degli incarichi finalizzati al ruolo, compilando le relative sezioni dell’istanza.

Il sistema elabora prima le istanze per l’attribuzione degli incarichi finalizzati all’assunzione con contratto a tempo indeterminato e poi quelle per l’assegnazione delle supplenze annuali (al 31/08) e sino al termine delle attività didattiche (al 30/06).

Attribuzione supplenze/incarichi e preferenze sintetiche

Le supplenze, così come gli incarichi finalizzati al ruolo, a seguito delle domande presentate, sono assegnate dagli Uffici scolastici territoriali competenti, tramite la prevista modalità informatica.

Nello specifico, gli USP assegnano gli aspiranti alle scuole, attraverso una procedura automatizzata, secondo la posizione occupata da ciascuno in graduatoria e secondo l’ordine delle classi di concorso/tipologia di posto e delle preferenze espresse nell’istanza.

Precisiamo che, qualora si indichino preferenze sintetiche, l’ordine di preferenza delle istituzioni scolastiche all’interno del comune o del distretto è effettuato sulla base dell’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico.

[Dedicheremo appositi articoli alle modalità di scorrimento delle preferenze ai fini dell’attribuzione delle supplenze e degli incarichi suddetti, per evidenziare le differenze tra l’una e l’altra procedura; in particolare, per le supplenze il sistema terrà in considerazione, oltre che le sedi espresse, anche gli altri elementi componenti la preferenza: insegnamento; tipo contratto (annuale, fino al termine delle attività didattiche, su spezzone orario); tipo cattedra (esterna stesso comune, esterna altro comune); tipo posto; tipo scuola]

Scuole facenti parte dei distretti e dei comuni

Il Ministero dell’istruzione ha pubblicato i file contenti le scuole che fanno delle preferenze sintetiche comune e distretto. Nell’uno e nell’altro caso le scuole sono ordinate secondo l’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico, ordine che sarà seguito dagli uffici nell’assegnazione della supplenza.

Secondo l’ordine suddetto, nel file relativo:

  • alle “scuole per comune” sono indicate le scuole facenti parte di ciascun comune della provincia di inclusone in graduatoria;
  • alle “scuole per distretto” sono indicate le scuole facenti parte del distretto e il comune di ubicazione delle medesime, sempre della provincia di inclusione

Scarica le scuole per comune e per distretto di tutte le province 

Che cosa si intende per distretti? L’opzione è disponibile quando si va a selezionare la preferenza tra scuola, comune e distretto, come da immagine

 

I distretti sono somme di scuole che, dipende dalla provincia, possono comprendere più comuni oppure essere parti di comuni più grandi – spiega Cozzetto -. L’elenco dei singoli distretti si trova online, alcune volte sui siti degli ambiti territoriali provinciali con il chiarimento di quali scuole fanno parte di quel distretto. Oppure ancora ci sono i file della mobilità che indicano la suddivisione delle scuole per distretto e comune. Il distretto può essere la somma di più comuni oppure una parte di un comune più grande. Ad esempio Roma comune ha molti distretti, mentre per la provincia ogni distretto comprende più comuni“.

Il Ministero ha messo a disposizione il file Preferenze sintetiche: ordine di attribuzione delle scuole nell’ambito del COMUNE e del DISTRETTO

VAI ALL’ISTANZA

Qui la guida rapida del Ministero

Nel caso in cui l’aspirante voglia inserire come preferenza sintetica un distretto intercomunale ma preferisca un certo comune presente in quel distretto, è necessario seguire questo ordine:

▪ Comune
▪ Distretto

Nel caso invece di comuni con più distretti (ad esempio le città metropolitane) l’ordine delle preferenze deve essere:

▪ Distretto
▪ Comune

Nella guida il MI precisa che scegliendo un distretto saranno incluse tutte le scuole del distretto, anche le sedi isolane se presenti.

Approfondimento  della sindacalista Chiara Cozzetto Anief al minuto 49,50

Approfondimento della sindacalista Roberta Vannini UIL Scuola al minuto 1:30:33

Rivedi il question time integrale

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile confrontarsi sul forum di reciproco aiuto

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”