Supplenze GaE Genova: su 77 cattedre, accettano in 18. Poca necessità di lavorare o maggiori opportunità da GI?

WhatsApp
Telegram

Il resoconto filtra dalla cronaca del SecoloXIX, che riporta la sintesi di una "polemica" tra FLC CGIL e Ufficio Scolastico sulla qualità della comunicazione per avvertire della convocazione, fissata per il 31 agosto, la scorsa settimana.

Il resoconto filtra dalla cronaca del SecoloXIX, che riporta la sintesi di una "polemica" tra FLC CGIL e Ufficio Scolastico sulla qualità della comunicazione per avvertire della convocazione, fissata per il 31 agosto, la scorsa settimana.

Ci aspetteremmo un assalto alle cattedre disponibili dalle Graduatorie ad esaurimento, che assicurano un contratto fino al 30 giugno, e invece a Genova per la scuola primaria sembra essersi verificato tutto il contrario. Solo in 18 hanno risposto alla convocazione.

Le spiegazioni. Secondo il sindacalista della FLC CGIL Claudio Croci "La convocazione era lunedì, ma l'ufficio scolastico ne aveva dato annuncio sul suo sito solo quattro giorni prima, giovedì". Invero una convocazione resa nota ben 4 giorni prima non può essere segno di "cattiva comunicazione", abituati come siamo a convocazioni pubblicate la sera prima per l'indomani alle 8 in altri Uffici Scolastici.

E il Regolamento delle supplenze nonchè la circolare Miur del 10 agosto 2015 affermano " Si richiama la particolare attenzione delle SS.LL. sulla necessità che le informazioni riguardanti le operazioni di conferimento delle supplenze (disponibilità dei posti ed ogni loro successiva variazione, calendari e sedi delle convocazioni ecc., siano adeguatamente e in tempo utile pubblicizzate attraverso la pubblicazione sul sito istituzionale dell'Ufficio, in modo che le relative procedure, le fasi e i relativi adempimenti risultino il più possibile chiari e accessibili "

Considerato che in questi giorni gli Uffici Scolastici lavorano in maniera frenetica per completare (si spera senza errori) gli adempimenti per l'avvio dell'anno scolastico 2015/16, una pubblicazione 4 giorni prima della convocazione ci sembra un tempo adeguato.

E infatti respinge l'accusa il dirigente dell'ufficio scolastico regionale, Sara Pagano "Nei giorni precedenti la convocazione abbiamo fatto almeno un centinaio di telefonate a casa o sul telefonino delle persone in graduatoria, sentendole tutte, informandole, sondando il loro interesse. Molte ci hanno detto subito di no, altre si sono presentate il 31 per rinunciare formalmente. Solo in 18 hanno accettato".

e prosegue "Mi spiace alimentare polemiche ma l'unica spiegazione che mi viene in mente è che queste persone non abbiano bisogno di lavorare"

Su questo ultimo punto invece potremmo non essere d'accordo con il Dirigente. E' possibile che le cattedre siano state rifiutate perchè collocate in posti disagiati della provincia (la stessa dirigente afferma infatti "Non è la prima volta che accad, anche se mai in modo così vistoso come quest'anno"), e i precari, a conoscenza di altre cattedre disponibili (ma non presenti in quella prima convocazione) abbiano preferito attendere le nomine dei Dirigenti Scolastici dalle graduatorie di istituto, magari su posti di sostegno, per trovare una collocazione geograficamente migliore.

Certo è che quelle cattedre dovranno essere coperte, e forse potrebbero fare la felicità degli insegnanti inseriti in II fascia delle graduatorie di istituto.

Ci farebbe piacere conoscere qualche particolare in più dai diretti interessati. Se volete, potete scrivere a [email protected]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur