Supplenze fino a 10 giorni e neoassunti Fase C, sindacati danno indicazioni alle RSU: regolamentare. Raccontaci la tua esperienza

Stampa

Questi sono giorni di firme dei contratti d'istituto e i sindacati rappresentativi hanno inviato alle proprie RSU le indicazioni per affrontare la questione dei neoassunti in fase C.

Questi sono giorni di firme dei contratti d'istituto e i sindacati rappresentativi hanno inviato alle proprie RSU le indicazioni per affrontare la questione dei neoassunti in fase C.

Il pericolo che, infatti, si sta prospettando è un impiego quasi esclusivo dei docenti assunti per il potenziamento in attività di sostituzione dei docenti assenti.

L'equivoco prende le mosse dal comma 85 della legge di stabilità che conferisce al dirigente la possibilità di impiego dei docenti dell'organico dell'autonomia per coprire le assenze fino a 10 giorni.

I sindacati hanno fatto notare, innanzitutto, che i docenti  non possono essere impiegati per assenze non più lunghe di 10 giorni e che la possibilità di impiego in supplenze non può essere deregolamentata.

E' lo stesso comma 85 della legge 107 che dà al dirigente la "possibilità" di utilizzo di tali docenti per le supplenze, laddove per possibilità si intende una discrezionalità che rispetti i principi di economicità, efficienza ed efficacia, ma che, sempre nel comma 85, non può andare a discapito degli obiettivi progettuali inclusi nel POF.

Infatti, il Comma 85 chiede, nell'utilizzo di tali docenti, di tener "conto del perseguimento degli obiettivi di cui al comma 7", cioè il potenziamento dell'offerta formativa.

Per tali motivi, i sindacati hanno chiesto in sede di contrattazione d'istituto di affrontare la questione e che l'eventuale utilizzo per le supplenze venga "definito quantitativamente e in un numero massimo di classi, per non condizionare lo svolgimento delle attività già programmate".

Scarica la guida dei sindacati

Raccontaci la tua esperienza

Albero di Natale. La vignetta di PAV.

Posted by Orizzonte Scuola on Mercoledì 9 dicembre 2015

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur